Paolo Cannavaro: "Via le mummie che gestiscono il calcio italiano"

Il difensore del Sassuolo ha scritto un lungo messaggi su Instagram dopo lo 0-0 dell'Italia contro la Svezia: "Il Mondiale lo abbiamo perso 15 anni fa, non oggi".

3 condivisioni 1 commento 5 stelle

Share

Uno sfogo che fa rumore. Al triplice fischio di Italia-Svezia, quando l'eliminazione degli Azzurri dallo spareggio per il Mondiale era diventato realtà, il difensore del Sassuolo Paolo Cannavaro è sbottato su Instagram scrivendo un lungo messaggio. 

Il centrale italiano se l'è presa con gli addetti ai lavori che da 15 anni a questa parte avrebbero favorito l'arrivo degli stranieri nei nostri campionati, ha urlato contro i vertici della federazione definiti "mummie" e ha espresso un pensiero per Gigi Buffon, che ha dovuto salutare la Nazionale dopo una delusione tremenda. 

Il messaggio si chiude con un auspicio: che l'Italia torni presto a essere quella Nazione calcistica invidiata da tutti, meta sognata da tanti campionati. "Sosteniamo la giovane Italia" è lo slogan promosso da Paolo Cannavaro. 

Ragazzi il mondiale non L’abbiamo perso oggi.L’abbiamo perso 15 anni fa quando grazie ad un magna 💶💶magna clamoroso degli addetti ai lavori,arrivavano in italia bidoni da ogni parte del mondo a soffiare ingiustamente il posto ai nostri ragazzi...gli abbiamo dato soldi gloria e conoscenza grazie ai nostri allenatori italiani che restano i migliori in assoluto.spero solo che oggi toccando il fondo si rifondi il NOSTRO CALCIO!via le mummie che gestiscono il calcio italiano e spazio ai giovani anche fuori dal campo!fuori dalle palle grazie...onore al grande Gigi Buffon che ha perso la possibilità di essere L’unico giocatore a disputare sei mondiali e nonostante non ci sia riuscito ci ha messo la faccia!!! Speriamo che le tue lacrime versate siano le ultime del nostro calcio!!!! Sosteniamo la giovane italia che verrà!!!! Ritorniamo ad essere l’Italia che il mondo intero ha invidiato⚽️💙 purtroppo doveva accadere ciò per svegliarci!!!! @lagiovaneitalia

A post shared by Paolo Cannavaro (@paolocannavaro) on

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.