Lopetegui incorona Isco: "Il meglio deve ancora venire"

Il Ct della Roja incorona la prestazione del 25enne del Real Madrid: "Ormai è nell’élite del calcio mondiale, ma il meglio deve ancora venire".

12 condivisioni 3 commenti 5 stelle

di

Share

Mentre alcune Nazionali blasonate, tra le quali l’Italia, devono sudare nei playoff per l’accesso ai Mondiali 2018, per le rappresentative già qualificate alla kermesse iridata in Russia è tempo di test amichevoli: è il caso della Spagna, vincitrice del girone di qualificazione comprendente anche gli Azzurri, che a la Rosaleda di Malaga ha superato per 5-0 la Costa Rica. Partita senza storia, griffata dalle reti di Jordi Alba, Morata, Iniesta e David Silva, autore di una doppietta.

A conquistare la maggiore razione di applausi, però, è stato Francisco Román Alarcón Suárez, semplicemente Isco: il 25enne del Real Madrid, schierato nel rombo di centrocampo con Iniesta alle spalle della coppia d’attacco composta da Morata e David Silva, ha messo il piede in tutte le azioni pericolose create dalla Spagna fino al minuto 65, quando è stato costretto a uscire dal campo a causa di un problema al quadricipite della gamba sinistra.

Probabilmente Isco salterà il test amichevole contro la Russia, ma le sue condizioni non destano preoccupazioni, con il derby contro l'Atletico di sabato 18 alle porte: a tranquillizzare tutti è stato Morata.

Per Isco nulla di grave, dovrebbe trattarsi di una cosa lieve.

Una nota stonata per il centrocampista offensivo delle Merengues, uno dei punti di forza del Real Madrid in una complicata prima parte di stagione, elogiato a fine partita anche dal commissario tecnico della Roja Julen Lopetegui.

Isco festeggia un gol con il Real Madrid
Isco festeggia un gol con il Real Madrid: il Ct della Spagna Lopetegui lo ha elogiato in conferenza stampa

Spagna, Lopetegui esalta Isco: "Il meglio per lui deve ancora venire"

Arrivato al Real Madrid dal Malaga nell'estate 2013 per 30 milioni di euro, Isco ha vissuto una crescita esponenziale con i blancos. 208 presenze, 38 reti e 49 assist in poco più di quattro stagioni tra Liga e Champions League compongono il biglietto da visita di questo centrocampista che ama muoversi tra le linee, dribblare e mandare i compagni in rete. Dati figli di un percorso di maturazione passato anche attraverso le critiche e i fischi del Santiago Bernabeu. Non più un talento cristallino, ma un leader tecnico, come ammesso da Lopetegui:

Isco è nell'eccellenza del calcio europeo, stabilmente. Ormai è costante e gioca sempre prove di alto livello.

Nella stagione in corso Isco si sta confermando tra i titolarissimi del Real Madrid, alla ricerca di nuovi leader tecnici per gli infortuni di Bale e le difficolltà davanti al portiere avversario di Cristiano Ronaldo e Benzema. In Spagna e in Europa è partito titolare in 15 occasioni su 19, restando a riposo in Copa del Rey e in panchina nella finale di ritorno di Supercoppa. Trequartista, interno di centrocampo o alto a destra nel tridente. Il fatturato? Eccellente. 5 reti e 4 assist, attestazione di una dimensione da campione, esaltata dal Ct delle Furie Rosse:

Ha raggiunto una continuità eccezionale, ottenuta unendo la sua classe a un'ottima condizione psicofisica. Solo così ci si mantiene ad altissimi livelli.

Nella spedizione spagnola diretta a San Pietroburgo sarà quasi impossibile vedere Isco in campo: il riacutizzarsi del problema al muscolo della coscia sinistra dovrebbe consigliare allo staff medico della Nazionale la sua esclusione dai convocati.

La sensazione è che Isco oggi si senta finalmente un calciatore importante, missione complicata all'interno di un organico stellare come quello del Real Madrid. Il suo allenatore Zidane gli lascia molta libertà, in particolare palla al piede. Così il calciatore nato e cresciuto a Malaga si prepara a spiccare il volo, con direzione Russia 2018. Per lui garantisce Lopetegui:

Il meglio per Isco deve ancora venire, vedrete.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.