Milan, con la Croazia è un altro Kalinic: ora punta il Napoli

Prestazione super dell'attaccante, autore di un bellissimo gol di tacco. Bene anche Ricardo Rodriguez, a segno con la Svizzera.

17 condivisioni 25 commenti 0 stelle

di

Share

In attesa di farlo anche con la maglia del Milan, Nikola Kalinic torna protagonista con la sua Croazia nel 4-1 con cui i Vatreni hanno battuto la Grecia nell'andata del playoff per Russia 2018. Un gol – di tacco – per l'attaccante, che in stagione ha messo a segno solo tre reti: due all'Udinese, all'esordio da titolare a San Siro, e uno a Verona contro il Chievo. Troppo poche per giustificare l'esborso di 20 milioni di euro.

In molti, nelle ultime settimane, hanno criticato la scelta di Montella di proporlo continuamente al centro dell'attacco. Non che le alternative abbiano fatto meglio: André Silva non segna da settembre, le sue vittime si chiamano Shkendija, Austria Vienna e Rijeka e quando ha trovato difese più solide è rimasto a secco; stesso problema per Cutrone, fermatosi dopo l'exploit nelle prime due giornate di Serie A. Contando solo i gol in campionato, i tre raggiungono quota cinque. Carlos Bacca, l'anno passato, a questo punto della stagione era a sei.

Anche nello scorso torneo Kalinic non era partito benissimo. Dopo dodici partite realizzò solo cinque reti, ma poi finì col siglarne quindici, tre in più rispetto al 2015-16. A preoccupare i tifosi del Milan è però soprattutto il suo rendimento, spesso deludente. Eccezion fatta per le gare contro Udinese, Spal e Chievo, non si ricordano infatti prestazioni brillanti da parte dell'attaccante.

Milan, Kalinic torna a sorridere con la Croazia

KalinicCopyright GettyImages
Nikola Kalinic affrontato dal greco Tzavellas

Con la Croazia è arrivata finalmente una buona prova. Seppur aiutato dalla modesta difesa greca, il numero 7 rossonero (ieri con il 16 che indossa in nazionale) ha battuto Karnezis su assist di Strinic, andando vicinissimo al raddoppio in un'altra occasione. È stato anche protagonista nell'azione dell'1-0, avendo conquistato il calcio di rigore poi trasformato da Luka Modric. Più in generale, le sue statistiche parlano di una precisione nei passaggi pari all'89.5% e una sola palla persa nell'arco dei settantasei minuti giocati. Numeri, questi, che in vista del big match con il Napoli di Mertens non possono che far piacere ai dirigenti del Milan.

In gol anche Perisic e Ricardo Rodriguez

RodriguezCopyright GettyImages
L'esultanza di Ricardo Rodriguez

Nella stessa partita ha brillato il connazionale Ivan Perisic, autore del provvisorio 3-1. L'esterno dell'Inter ha confermato l'ottimo stato di forma delle ultime settimane, nelle quali, esclusa la partita col Verona, gli era mancato solo il gol. Bene pure Ricardo Rodriguez, impegnato nell'altro playoff del giovedì: la Svizzera ha battuto l'Irlanda del Nord grazie a un suo penalty. Del terzino, comunque, non si discutono le doti realizzative: ciò che deve migliorare, specie in un campionato tattico come la Serie A, è la fase difensiva.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.