Bayern Monaco, Boateng ancora contro Ancelotti: "Mi ha scioccato"

Emergono retroscena sulla sfida che il Bayern Monaco ha perso col Psg per 3-0 e che è costata la panchina ad Ancelotti. Boateng: "Quella sera Carlo ci ha scioccato".

1 condivisione 13 commenti 3 stelle

di

Share

Botta e… botta. Perché la risposta ancora non è mai arrivata. Da quando a fine settembre Carlo Ancelotti è stato esonerato dal Bayern Monaco, ha subito diverse frecciate. Da Uli Hoeness a Thomas Muller fino a Jerome Boateng, di rospi Carletto ne ha ingoiati parecchi. Lui non si è ancora mai espresso.

Ora: è vero che da quando è arrivato Heynckes il Bayern Monaco ha vinto sette partite su sette, ma è anche vero che un tale cambio di rendimento non può dipendere solo dall’allenatore. Evidentemente, per un motivo o per un altro, anche i giocatori non rendevano al massimo. A sbagliare, insomma, non può esser stato solo Ancelotti.

Eppure a Monaco sembrano non pensarla così. Intervistato dalla Süddeutschen Zeitung, Boateng è tornato ancora una volta ad attaccare il tecnico italiano, sottolineando quanto con lui si trovasse male (nelle scorse settimane ha detto perfino di aver pensato, la scorsa estate, di lasciare il Bayern Monaco) e quanto invece ora sia tutto perfetto.

Vota anche tu!

È comprensibile che Boateng continui a lanciare frecciatine contro Ancelotti?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bayern Monaco, nuovo attacco di Boateng ad Ancelotti

Il difensore tedesco non riesce proprio ad essere diplomatico. Quando si ritrova a parlare di Ancelotti lo fa attaccandolo pubblicamente, senza mezzi termini. E anche questa volta è stato piuttosto duro, raccontando un retroscena della gara che il Bayern Monaco ha perso 3-0 col Psg e che è costata la panchina a Carletto:

Prima della gara con il Psg è stato molto strano: eravamo in sala riunioni e a un’ora e mezza dalla partita è stato detto a cinque di noi che non avremmo giocato. Senza ricevere spiegazioni. Noi giocatori coinvolti eravamo scioccati.

Boateng però non si è limitato a questo. Il difensore del Bayern Monaco ha mandato un’altra frecciata ad Ancelotti sottolineando, ancora una volta, che non lo convincevano i metodi d’allenamento di uno dei tecnici più vincenti della storia del calcio:

Con Ancelotti ci allenavamo in maniera diversa rispetto a prima. Un calciatore sa se è al 100% e con lui non lo ero. Ora con Heynckes mi sento di nuovo a mio agio a Monaco. Recentemente mi sono fatto male abbastanza spesso. Un periodo buio, perché per anni non ho avuto nulla e poi tutto insieme all'improvviso. Se però si fa male anche Muller, che di muscoli non ne ha, bisogna riflettere...

Botta e… botta. Perché la risposta di Ancelotti ancora non è mai arrivata.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.