Serie A, Di Francesco: "Scudetto? La Roma c'è. E Schick dovrà correre"

L'allenatore giallorosso parla in una lunga intervista al Corriere dello Sport: "La favorita per il campionato rimane la Juventus, ma noi ci stiamo attrezzando".

3 condivisioni 7 commenti 5 stelle

di

Share

In questo inizio di stagione, Eusebio Di Francesco è riuscito a zittire tutti i suoi critici. In molti infatti, al suo arrivo al Roma, ritenevano l'ex tecnico del Sassuolo una scelta inadatta per mantenere la squadra giallorossa ad alti livelli in campionato e soprattutto per far bene in Champions League, competizione a cui l'allenatore non aveva mai partecipato.

A due mesi dalla partenza, la Roma è prima nel suo girone di Champions (sopra squadre come i campioni d'Inghilterra del Chelsea e l'Atletico Madrid di Simeone) e in Serie A è in quinta posizione a quota 27 punti e con ancora una partita da recuperare contro la Sampdoria.

Larga parte del merito dei grandi risultati ottenuti finora è proprio di Di Francesco, che ha impiegato molto meno tempo del previsto nel dare la propria impronta alla sua squadra. E questo inizio di stagione ha convinto l'allenatore pescarese a pensare in grande per la sua Roma, che secondo lui può dire la sua anche in chiave Scudetto.

Eusebio Di Francesco
Di Francesco ha parlato della sua Roma

Serie A, Di Francesco: "Per lo Scudetto c'è anche la Roma"

Di Francesco è stato protagonista di una lunga intervista pubblicata sull'edizione odierna del Corriere dello Sport. L'allenatore della Roma ha parlato della crescita della sua squadra e delle possibilità di riuscire a riportare nella Capitale quella vittoria in Serie A che manca ormai dalla stagione 2000/2001.

Non so se siamo da primo posto ma stiamo crescendo: è vero che il Napoli gioca bene ma la squadra da battere è ancora la Juventus, che è abituata a giocare partite decisive e ha lo stadio di proprietà. In ogni caso c'è anche la Roma e di sicuro noi vogliamo lottare fino alla fine.

All'ex Sassuolo è stato chiesto quali siano i modelli a cui si è ispirato da quando ha deciso di intraprendere la carriera da allenatore. E oltre a Zeman, nome già fatto in passato, Di Francesco ha voluto nominare altri grandi tecnici che lo hanno influenzato nei suoi metodi di lavoro.

I miei allenatori preferiti sono quelli che trasmettono le loro idee senza pensare agli avversari, come Guardiola e Sarri. Poi ho cercato di rubare qualcosa ad ogni tecnico con cui ho lavorato da calciatore: da Zeman ho imparato concetti sulla fase offensiva, da Capello ho imparato come si gestisce un gruppo.

In estate la Roma è stata per molto tempo alla ricerca di un esterno destro offensivo che potesse sostituire Salah e uno degli obiettivi di calciomercato dei giallorossi era un calciatore che Di Francesco conosce molto bene per il suo passato in Emilia, Domenico Berardi. Acquisto che il tecnico avrebbe accolto ben volentieri, dato il suo ottimo rapporto con il ragazzo.

Non posso dire se lo abbiamo cercato o no, però è sicuramente un giocatore che vorrei sempre nella mia squadra. Il suo unico problema è il carattere: è molto timido, pensate che si vergognava ad andare in Nazionale. Eppure io sono riuscito a gestirlo.

Infine Di Francesco ha parlato della questione legata alle dichiarazioni di Patrik Schick di un paio di giorni fa: il giocatore ceco ha già avuto un incontro con Monchi, durante il quale ha ribadito al ds giallorosso la sua intenzione di rimanere in Serie A ancora a lungo. Ma il suo allenatore, che non ha avuto ancora occasione di parlarci, ha voluto lanciargli un avvertimento.

Io non sono ancora riuscito a parlare con lui ma sono sicuro che le sue parole siano state fraintese. Ha mezzi tecnici pazzeschi, ma se ha davvero dichiarato che non gli piace correre, lo avviso: con me dovrà farlo, altrimenti non giocherà.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.