I record nel calcio: oggi è il Guinness World Records Day

In occasione del Guinness World Records Day, vediamo i record calcistici più importanti e curiosi: dal gol più veloce al portiere con la più lunga imbattibilità.

Mauricio Baldivieso

16 condivisioni 4 commenti 0 stelle

di

Share

Il 9 novembre è il Guinness World Records Day, il giorno in cui vengono celebrati i primati inseriti nell'omonimo libro. Il mondo del calcio è zeppo di record, e in occasione della ricorrenza abbiamo deciso di riportarvene alcuni. Partiamo dal gol più veloce: 2 secondi e 72 decimi, tanto bastò a Nawaf Al-Abed, attaccante dell'Al-Hilal, a realizzare la prima delle quattro marcature rifiate all'Al Shoalah, il 2 settembre del 2009.

Servirono invece 14'' allo sfortunato estone Martin Kase, autore dell'autorete più rapida di tutti i tempi. A proposito di gol, il record per averne siglati di più in una singola gara spetta al cipriota Panagotis Pontikos, a segno per sedici volte in un Olympos Xyolfagou-S.E.K. terminato 24-3. Uno scarto piuttosto ampio, ma mai come il 149-0 di Adema-So de Emyrne (Madagascar), una partita incredibile nella quale i giocatori ospiti decisero di realizzare autogol dal primo all'ultimo minuto per protestare contro le decisioni arbitrali della partita precedente, costata loro la vittoria del campionato.

Parlando di quantità, è impossibile non citare gli 82 centri stagionali di Lionel Messi nel 2011-12 o i 91 realizzati dallo stesso argentino nell'anno solare 2012. Due dei tanti record della Pulce, a cui sono rimasti veramente pochi primati da infrangere. Tuttavia, non è il talento del Barcellona a detenere il primato di gol fatti: quello spetta a Josef Bican, 1468 reti in 918 partite dal 1931 al 1955. Meglio pure di Pelé, fermatosi a 1281. Il giocatore ad aver segnato più gol in un'edizione dei Mondiali è il francese Just Fontaine, con 13 acuti nella coppa del 1958. Miroslav Klose è invece il calciatore ad averne realizzati di più (16) nella fase finale del Mondiale.

KloseCopyright GettyImages
Miro Klose, in passato giocò nella Lazio

Da Rogerio Ceni a Ballotta: portieri da record

Dagli attaccanti ai portieri. Anche loro segnano, il brasiliano Rogerio Ceni, ad esempio, ne ha fatti 129 in tutta la sua carriera. Non è però il giocatore che possiede il primato del gol più lontano, fatto registrare nel 2013 da Asmir Begovic: c'erano 87 metri di distanza tra lui e la porta difesa (male) da Artur Boruc. Un altro portiere da record è Mazaropi, rimasto imbattuto per 1816 minuti consecutivi tra il maggio del 1977 al settembre del 1978. È invece dell'inglese Peter Shilton il numero più alto di presenze in campionato, 1390 in trentuno stagioni dal 1966 al 1997. L'ex Southampton si ritirò a quasi quarantotto anni, ma non riuscì, a differenza di Marco Ballotta, a giocare una gara di Champions League a 43 primavere e 253 giorni.

Rogerio CeniCopyright GettyImages
Rogerio Ceni nell'ultima stagione da calciatore

I vecchi e i giovani

Se Ballotta era il “nonno” della Serie A, quello del calcio non può essere che Kevin Poole, ritiratosi dal professionismo a 51 anni, dopo trentaquattro anni d'attività. Viene dal Regno Unito anche il più vecchio vincitore del Pallone d'oro: Stanley Matthews, con i suoi 41 anni e 11 mesi. Venti in meno del brasiliano Ronaldo, il più giovane ad aver ricevuto il premio (21 anni e 3 mesi). Il calciatore più anziano a disputare una partita del Mondiale è Faryd Mondragon: a 43 anni in campo a Brasile 2014. Al contrario, il più piccolo è Norman Whiteside, 17enne nordirlandese (Coppa del Mondo 1982).

Ha dell'incredibile il debutto di Mauricio Baldivieso, il più giovane esordiente in una massima serie, a 12 anni e 363 giorni. Entra negli ultimi nove minuti del match tra Club Aurora e La Paz FC, subisce fallo da un avversario e ne passa cinque dolorante a bordocampo. A fine partita il presidente deciderà di esonerare l'allenatore, ovvero il padre del ragazzo.

Presenze

Sait Altinordu ha giocato tra le file dell'Altinordu SK per 27 stagioni (ci sono andati vicini Paolo Maldini e Francesco Totti, entrambi fermatisi a 25). L'allenatore più fedele è Guy Roux: 44 anni all'Auxerre. L'egiziano Ahmed Hassan ha vestito la maglia dell'Egitto per 184 volte tra il 1995 e il 2012. A proposito di presenze, furono in 199.854 ad assistere al Maracanazo, la vittoria dell'Uruguay ai danni del Brasile ai Mondiali del '50. Dopo quella finale, i verdeoro ne disputarono altre sei: in tre di queste c'era Marcos Cafu, l'unico a giocare tre finalissime della Coppa del Mondo (1994, 1998 e 2002).

Squadre da record

JuventusCopyright GettyImages
L'ultima Champions League vinta dalla Juventus

Il club più antico è lo Sheffield FC, fondato nel 1857. Il derby cittadino tra Sheffield ed Hallam rappresenta la prima partita nella storia del calcio: andata in scena il 26 dicembre del 1860, finì 2-0 per la squadra più anziana.

Il Glasgow Rangers è la compagine professionistica più titolata, avendo vinto ben 115 trofei. Quella con più successi internazionali è il Real Madrid: 24 titoli. La Juventus e l'Etoile du Sahel sono gli unici club ad aver conquistato tutte le competizioni organizzate dalla confederazione d'appartenenza (la Uefa per i bianconeri, la CAF per i tunisini). Tra le nazionali svetta l'Uruguay, con 19 titoli ufficiali, e seppur in negativo San Marino, con un solo incontro ufficiale vinto, quello contro il Liechtenstein nel 2004.

Concludiamo con lo Steaua Bucarest e i suoi 119 risultati utili consecutivi a livello nazionale (104 in campionato, 15 in coppa) ottenuti negli anni Ottanta. In questa speciale classifica, i romeni si piazzano davanti ai gibilterrini del Lincoln (88), ai moldavi dello Sheriff Tiraspol (63) agli scozzesi del Celtic, che proprio sabato scorso hanno raggiunto quota 62, eguagliando il record societario risalente a cento anni fa.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.