Serie A, Schick: "Firmare con la Roma un sollievo. E in futuro..."

L'ex Sampdoria parla del suo approdo nella Capitale: "Da quando sono qui posso finalmente pensare solo al calcio. In futuro mi piacerebbe giocare in un top club".

1 condivisione 13 commenti 0 stelle

di

Share

Nell'ottimo inizio di stagione della Roma l'unica nota stonata è l'assenza di Patrik Schick. L'attaccante arrivato ad agosto dalla Sampdoria è stato tormentato da problemi fisici e fino ad oggi ha giocato solamente per 15 minuti in Serie A, nel finale della partita con l'Hellas Verona.

La serie di piccoli infortuni che non ha quasi mai permesso al ceco di essere a disposizione del suo allenatore era purtroppo un'eventualità prevedibile, dato che il ragazzo non ha praticamente svolto la preparazione estiva per via dell'ormai nota vicenda legata al suo problema cardiaco.

Ma dalle ultime dichiarazioni fatte da Di Francesco, pare che Schick potrà finalmente essere a disposizione dopo la sosta delle Nazionali. Intanto l'attaccante classe 1996 ha parlato del suo arrivo alla Roma, definendo il momento della firma coi giallorossi "un grande sollievo".

Serie A, Roma: Schick parla dell'arrivo in giallorosso

Le parole di Schick arrivano da una lunga intervista rilasciata dalla rivista ceca Reporter: l'ex giocatore della Sampdoria ha ripercorso tutte le tappe della sua carriera dall'arrivo in Serie A in blucerchiato, passando per le visite fatte con la Juventus prima che il trasferimento in bianconero saltasse ("Mi sentivo già un giocatore della Juve, ma non era così"), fino ad arrivare all'approdo alla Roma.

Dopo un'estate così, quando ho firmato con la Roma ho provato un grande sollievo perché ho potuto finalmente tornare a pensare solo al calcio. 

Adesso Schick è concentrato soltanto sulla maglia giallorossa, anche se durante l'intervista ha parlato del suo futuro, dichiarando che la sua speranza è quella di riuscire a salire ulteriormente di livello, andando a giocare fra qualche stagione in uno dei top club europei.

Fra qualche anno mi piacerebbe giocare in un top club, magari Real Madrid, Barcellona o Manchester United.

Dichiarazioni ambiziose quelle dell'attaccante della Roma, che però in giallorosso deve ancora mettere in mostra le qualità che gli hanno permesso di incantare la Serie A nella scorsa stagione. E dopo aver lasciato il segno nella Capitale, forse potrà davvero arrivare in una delle prime squadre del mondo.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.