Gattuso: "Pirlo può allenare, ha un'intelligenza fuori dal comune"

L'allenatore del Milan Primavera parla dopo l'addio al calcio giocato di Pirlo: "Abbiamo iniziato a giocare insieme nell'Under 15, ricordo che era fortissimo anche da trequartista...".

13 condivisioni 18 commenti 0 stelle

Share

Hanno condiviso i successi al Milan e in Nazionale, il loro legame va ben oltre il campo di calcio. Gennaro Gattuso e Andrea Pirlo sono amici veri, anche adesso che a separarli ci sono 6500 km. Rino è l'allenatore del Milan Primavera, Andrea ha appena lasciato il calcio giocato dopo aver disputato la sua ultima partita con il New York City. 

E Gattuso non poteva non parlare del ritiro del Maestro. Lo ha fatto ai microfoni di Radio24: 

Quando Pirlo giocava e lo guardavo, mi domandavo se ero in grado di fare cose simili o se dovevo cambiare lavoro. Io e lui abbiamo iniziato a giocare insieme nell'Under 15, ricordo che era fortissimo anche da trequartista. 

Poi spazio agli aneddoti:

Era un gran figlio di... Pirlo era uno che ti prendeva in giro per mesi, stare insieme a lui era divertente. Gli ho tirato più cinquine io che Bud Spencer a Terence Hill.

Infine sulla sua esperienza alla Juve e sul futuro:

Credo che la sua fortuna sia stata incontrare Conte che gli ha fatto tornare la voglia di giocare. In futuro può allenare, lui può fare qualsiasi cosa. Ha un'intelligenza fuori dal comune, ha credibilità e sa stare con gli altri.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.