Serie A, Benevento come il Manchester United: ma il record è di altri

Con la sconfitta all'Allianz Stadium i campani salgono a 12 sconfitte consecutive: ma il primato è addirittura di 207 e appartiene a un altro sport.

16 condivisioni 9 commenti 0 stelle

di

Share

La partita di Serie A all'Allianz Stadium contro la Juventus ha dato segnali positivi, su questo ci sono pochi dubbi. Il Benevento è riuscito addirittura a passare in vantaggio dopo 19 minuti con la rete su punizione di Ciciretti, un risultato positivo rimasto intatto fino al 57', quando Higuain ha pareggiato aprendo la strada alla rete di Cuadrado al 65' che ha completato la rimonta. Niente da fare, insomma, per i campani.

Che con questo risultato restano a zero punti in classifica e allungano la striscia di sconfitte consecutive in Serie A a 12 (13 considerando anche la Coppa Italia), staccando i francesi del Grenoble, fino a una settimana fa detentori di questo record negativo dal Dopo-guerra in poi.

E con l'ultima sconfitta in Serie A, il Benevento si mette in competizione, suo malgrado, anche per altri primati risalenti a prima della Seconda Guerra mondiale, eguagliando quello di 12 ko di seguito del Manchester United della stagione 1930/31. Senza partire necessariamente dalla prima giornata di campionato, però, c'è anche chi è riuscito a fare peggio: sono ormai 15 anni che in Premier League è stata registrata una serie negativa storica, quella del Sunderland, capace di perdere 15 gare consecutive a partire dal dicembre 2002.

Serie A e non solo: gli "altri Benevento"

Dando uno sguardo alle nazionali, invece, è praticamente insuperabile il record dell'Andorra, incapace di fare un solo punto per 12 anni (e 58 gare): un incubo terminato con il pareggio per 0-0 con le Far Oer del 25 marzo scorso. Di Benevento, come raccontato da SkySport, ce ne sono però anche in altri sport. E - va detto - sono riusciti a fare anche molto peggio.

Nell'Nba, ad esempio, c'è il Philadelphia 76ers, capace nel 2015 di perdere ben 28 partite consecutive sommando le due stagioni. Poi approfittò dei Los Angeles Lakers, che non riuscirono a superare lo choc derivato dall'addio di Kobe Bryant, arrivato proprio poche ore prima dell'incontro.

È sempre a Philadelphia la serie negativa più lunga in ambito di Baseball, visto che i Phillies nel 1961 uscirono sconfitti 23 volte di seguito prima di sbloccarsi. Hanno fatto ancora peggio gli Omaha Lancers, squadra di Hockey che ha avuto bisogno di 53 ko (di cui 48 su 48 in una stagione) prima di trovare la vittoria.

I Philadelphia 76ers hanno il record negativo in Nba
Basket Nba, il record negativo è dei Philadelphia 76ers

C'è chi ha perso 207 volte di seguito

Saliamo ancora parlando di Football americano, dove in Texas troviamo i poveri Panthers di Prairie View: loro, dal 1989 al 1998, sono riusciti nell'impresa di perdere 80 partite consecutive. Numeri che ancora non sono sufficienti per renderli primatisti assoluti.

Per trovarli dobbiamo tornare nel basket, anche se si tratta di quello collegiale degli Stati Uniti: in questa categoria, infatti, ci sono i Caltech Beavers (terza divisione), capaci di uscire sconfitti per 207 volte di seguito tra il 1996 e il 2007.

Davvero difficile riuscire a fare peggio. Non ce l'ha fatta nemmeno Robert Dee, colui che è stato definito da alcuni media "il tennista peggiore di tutti i tempi". Anche noi (non si sa mai), così come fatto dalla redazione di SkySport, ci dissociamo assolutamente da questa etichetta e siamo d'accordo con Robert, che ha querelato (e vinto) tutti quelli che invece sostenevano questa tesi. D'altronde nel giro di tre anni ha perso solo 54 gare di fila, nonché 108 set. E come abbiamo appena visto, c'è anche chi è riuscito a fare di peggio.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.