Ligue 1, caos a St.Etienne: Fekir provoca, i tifosi invadono il campo

Il talento del Lione ha festeggiato un gol mostrando la maglia ai sostenitori avversari, che sono entrati in campo fino all'intervento della polizia.

1k condivisioni 42 commenti 5 stelle

di

Share

Un bruttissimo episodio ha chiuso la dodicesima giornata della Ligue 1: durante il derby fra Saint-Etienne e Lione giocato alle ore 21:00, un'esultanza fin troppo provocatoria di Nabil Fekir dopo un suo gol ha spinto i tifosi avversari a compiere un'invasione di campo.

La sfida che viene definita "il derby del Rodano" è una delle più accese di tutto il campionato francese, data la forte rivalità che contrappone i sostenitori delle due squadre che ha purtroppo portato in passato a diversi scontri.

Per questo motivo i tifosi del Saint-Etienne non hanno affatto gradito il festeggiamento di Fekir, che dopo aver siglato la rete del 5-0 per il Lione ha scelto di mostrare la sua maglia in direzione della curva avversaria, scatenando una rabbiosa reazione.

Fekir del Lione
L'esultanza "alla Messi" di Fekir

Ligue 1, Fekir esulta "alla Messi", i tifosi del Saint-Etienne invadono il campo

Il fattaccio è arrivato all'85esimo minuto, quando Fekir si è presentato da solo di fronte al portiere del Saint-Etienne e l'ha battuto segnando la sua personale doppietta, in un derby letteralmente dominato dal Lione che con questa vittoria balza al terzo posto in Ligue 1. Ma l'esterno offensivo, spesso protagonista di atteggiamenti sopra le righe, ha deciso di esultare come fece Leo Messi dopo il suo gol decisivo nel Clasico dell'anno scorso: togliendosi la maglietta e mostrando il suo nome sotto la curva.

I tifosi biancoverdi non l'hanno presa affatto bene ricoprendo di insulti il classe '93. Ma alcuni di loro hanno deciso di forzare le barriere e invadere il campo. Si è aperta una sorta di "caccia all'uomo" nei confronti dei giocatori del Lione, che sono subito rientrati nel tunnel mentre l'arbitro sospendeva la partita. Per calmare la situazione è stato necessario l'intervento della polizia in tenuta antisommossa. 

La partita è ripresa dopo qualche minuto senza Fekir, saggiamente sostituito da Genesio per evitare ulteriori problemi. Ma proprio il tecnico del Lione nel post-partita, dopo aver condannato le azioni dei tifosi violenti, ha fatto lo stesso per l'esultanza del proprio giocatore, ritenuta troppo provocatoria.

I tifosi non possono comportarsi così, ma anche l'esultanza di Fekir è stata un errore. Bisogna cercare di rimanere umili, ha rovinato la serata.

Ma il franco-algerino, che con la doppietta di ieri è salito a quota 9 gol in Ligue 1 dall'inizio della stagione, non si è voluto scusare per il suo gesto dopo il gol, dichiarando ai giornalisti che con la sua esultanza non intendeva far arrabbiare nessuno.

Non volevo provocare, l'ho fatto senza cattiveria. Ma non sono pentito del mio gesto.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.