UFC 217: Georges St-Pierre nella storia, miracolo Rose Namajunas

UFC 217 si candida prepotentemente ad evento dell'anno: notte di upset al Madison Square Garden, con tre nuovi campioni vincenti sui favoriti.

665 condivisioni 9 commenti 4 stelle

di

Share

Una notte pazzesca. Non ci sono altre possibili definizioni per introdurvi a quello che è stato uno degli eventi più belli e riusciti della storia recente UFC. Cinque incontri da urlo quelli commentati dal nostro Alex Dandi, con la main card che è stata aperta dal canto del cigno di Johny Hendricks, che dimostra ancora una volta di essere un fighter sull'orlo dell'oblio.

Bastano giusto un round e mezzo a Paulo Henrique Costa - non più "Borrachinha" - per sbarazzarsi dell'ex campione pesi welter, mandato in TKO a 1:23 del secondo round. Ennesima vittoria per il brasiliano nella categoria pesi medi, con Marvin Vettori che lo sfida poche ore dopo sui social tramite una Instagram Story.

Successivamente spazio alla categoria pesi welter, con Stephen Thompson che torna "Wonderboy" annichilendo uno Jorge Masvidal inerme di fronte all'immensa classe del karateka di Simpsonville. "Gamebred" prova come può a far fronte al counterstriking d'élite del due volte title contender UFC, che non rischia praticamente nulla vincendo con distacco tutte e tre le riprese.

Primo upset di serata che troverà luogo nel match tra Joanna Jedrzejczyk e Rose Namajunas, con la seconda che manda KO la strafavorita campionessa polacca tra lo choc generale del pubblico. Un knockdown agli inizi della ripresa ha rappresentato il preludio del TKO arrivato a 3:03 del primo ed unico round. Probabile rematch per le due, con JJ che avrà dunque la possibilità di rifarsi nel brevissimo periodo.

Co-main event che ha visto lo scontro tra gli ex amici Cody Garbrandt e T.J. Dillashaw, vinto da quest'ultimo dopo un primo round thriller. Sul calare della ripresa iniziale infatti, "No Love" manda knockdown lo sfidante, che viene letteralmente salvato dalla campana. Secondo round che mette invece in mostra l'intelligenza tattica di T.J., che aspetta il momento giusto per attaccare piazzando un grande high kick.

Garbrandt accusa, con Dillashaw che sente l'odore del sangue e a 2:41 connette la combinazione di braccia che spegne l'avversario. Primo gesto di stizza all'interruzione dell'arbitro, con i due che però alla fine si abbracciano chiudendo momentaneamente le ostilità.

Main event pazzesco quello tra Michael Bisping e Georges St-Pierre. Il canadese torna dopo quasi quattro anni di inattività, combattendo come se non se ne fosse mai andato. Tre round intensi quelli combattuti tra l'inglese e l'ex dominatore dei pesi welter UFC, che non patisce una differenza fisica comunque meno marcata del previsto, mettendo colpi pesantissimi ed ottimi takedown.

"Il Conte", dal canto suo, fa quel che può: prova a mettere combinazioni, sbattendo contro l'elusività di un GSP che, dopo aver subito dalla propria top position delle devastanti gomitate che lo hanno trasformato in una maschera di sangue, mette prima knockdown il campione con un gancio, finalizzandolo successivamente con una rear-naked choke fulminea. Successo meritatissimo per "Rush", che manda in visibilio i propri fans facendo ancora una volta la storia.

Il prossimo appuntamento con UFC

Giusto sette giorni si separano dal prossimo evento UFC, con la Fight Night di Pittsburgh che si disputerà nella notte tra sabato 11 e domenica 12 novembre. Card interessantissima quella che troverà luogo alla PPG Paints Arena, e nel cui main event si sfideranno Dustin Poirier ed Anthony Pettis in una sfida valida per la divisione pesi leggeri. Vi ricordiamo che anche questo evento sarà visibile, come al solito, in esclusiva italiana su FOX Sports, canale 204 di Sky!

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.