Premier League, Chelsea-Manchester United 1-0: decide Morata

L'attaccante spagnolo decisivo nel big match di Stamford Bridge: Mourinho sconfitto e lontano 8 punti dal Manchester City.

Alvaro Morata, attaccante del Chelsea

1k condivisioni 34 commenti 0 stelle

di

Share

È un gol di Alvaro Morata a decidere il big match tra Chelsea e Manchester United, valido per l'11° giornata di Premier League. Il settimo centro in campionato dello spagnolo porta gli uomini di Conte a -1 dal secondo posto occupato proprio dai Red Devils e allontana, almeno per un po', le voci sul possibile esonero dell'ex ct.

Lo United cade dopo le due vittorie con Swansea e Tottenham: il distacco dal Manchester City di Guardiola diventa quindi di otto punti.

Nel prossimo turno di Premier League, al ritorno dalla pausa dedicata alle nazionali, il Chelsea sarà ospite del West Bromwich mentre il Manchester United affronterà il Newcastle.

Premier League, il racconto di Chelsea v Manchester United

Conte promuove Christensen al centro della difesa al posto del grande escluso David Luiz. Nel 3-4-2-1 dei Blues, sulla trequarti trova spazio Fabregas, preferito a Pedro. Senza Mata, nemmeno in panchina, Mourinho decide di schierarsi a specchio, con Valencia e Young sulle fasce e il tridente offensivo formato Mkhitaryan e Rashford alle spalle di Lukaku.

Pronti, via e il Chelsea segna, con Jones che devia nella propria porta un cross di Alonso. Ma sull'intervento goffo del difensore inglese pesa una leggera spinta di Morata: Taylor vede tutto e annulla la rete.

Il Manchester United risponde con il colpo di testa di Rashford, che non trova lo specchio difeso da Courtois. I primi diciotto minuti vengono giocati con un'intensità incredibile: dopo Rashford è Bakayoko a comparire negli highights del match, ma l'ex centrocampista del Monaco non riesce ad approfittare del liscio di Smalling. Grossa occasione al quarto d'ora, con Lukaku che impegna da fuori l'estremo difensore belga. Non è da meno De Gea, che d'istinto respinge una conclusione di Hazard: sulla respinta è Fabregas ad avventarsi sulla sfera, senza riuscire ad inquadrare lo specchio.

Secondo tempo: segna Morata

MorataCopyright GettyImages
L'esultanza di Morata

L'occasione di Fabregas è l'ultimo lampo di una prima frazione cominciata alla grande ma proseguita con più equilibrio e meno emozioni. A dare la scossa alla gara è il solito Alvaro Morata, che al 54' sale in cielo per colpire il pallone di testa dal limite dell'area, indirizzandolo nell'angolino alto dove De Gea non può arrivare. Ottavo gol stagionale per l'attaccante spagnolo, il settimo in Premier League.

Mourinho passa al 4-2-3-1 con gli ingressi di Martial e Fellaini. Conte sostituisce Zappacosta con Rudiger, con conseguente spostamento di Azpilicueta sulla fascia destra. I Blues hanno una duplice occasione tra il 74' e il 75', prima con Bakayoko e poi con Hazard, ma il risultato non cambia.

Non cambierà nemmeno dopo il tiro di Rashford, che Courtois guarda finire di un soffio a lato dal palo. Il portiere è decisivo allo scadere, sul tiro della disperazione del connazionale Fellaini.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.