UFC, Bisping parla del match con Whittaker: "Lo devo a tutti"

Michael Bisping ha confermato di voler affrontare il campione ad interim Robert Whittaker, qualora dovesse battere sabato notte Georges St-Pierre.

UFC, Michael Bisping

63 condivisioni 1 commento 5 stelle

di

Share

Michael Bisping con tutta probabilità affronterà Robert Whittaker qualora dovesse sconfiggere Georges St-Pierre a UFC 217. Il campione dei pesi medi UFC difenderà per la seconda volta il suo titolo al Madison Square Garden di New York questo fine settimana e si è espresso giovedì durante la conferenza stampa.

Per l'inglese infatti, Whittaker dovrebbe essere il prossimo avversario. Bisping ha confermato di "doverlo" a tutto il popolo delle MMA. Dopo che il match fra il campione e l'asso canadese era stato rimandato la scorsa estate, Bisping aveva programmato di affrontare il vincente fra Yoel Romero e Robert Whittaker.

Ma Whittaker, dopo aver battuto Romero, soffrì di un infortunio al ginocchio dal quale sta ancora recuperando. Con tutta probabilità potrà tornare nell'ottagono solo nel 2018. Michael Bisping ha perciò tutto il tempo per affrontare Georges St-Pierre.

UFC, Whittaker su Romero
Robert Whittaker colpisce Yoel Romero con un headkick

UFC, se Bisping batterà GSP, affronterà poi Whittaker

Farò fuori Georges e poi batterò anche Robert Whittaker. Credo - ha detto Bisping - di doverlo fare. Lo devo a tutti.

Bisping ha anche dichiarato di non voler difendere la cintura a Perth, in Australia, dove l'organizzazione terrà UFC 221 a febbraio. Il campione indiscusso vuole affrontare Robert Whittaker, ma vuole farlo in Inghilterra. 

Ho combattuto in Australia tre volte. Robert Whittaker non ha mai combattuto in Inghilterra. Ma so anche che il presidente sta organizzando a Perth, quindi...

White ha dichiarato che non ha ancora pianificato il futuro del vincitore fra Bisping e GSP e non sa se il vincente difenderà il titolo contro Whittaker.

Non puoi pianificare queste cose. Vedremo - ha detto White - come andrà il combattimento, vedremo chi vincerà, come ne usciranno. Non ci sono piani per ora.

La press conference di giovedì ha dato parecchi spunti e ha evidenziato le tre rivalità in atto che si risolveranno nei tre match, tutti e tre dal sapore del main event e tutti e tre col titolo in palio, che si terranno a UFC 217 e che vedranno protagonisti Joanna  Jedrzejczyk e Rose Namajunas, Cody Garbrandt e T.J. Dillashaw e infine Michael Bisping e Georges St-Pierre. L'evento è sicuramente in lizza per divenire card dell'anno. Qui potete vedere la press conference.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.