Premier League, Abramovich ha già deciso di esonerare Conte

Secondo quanto riportato da Marca, il rapporto tra il magnate russo e il tecnico italiano sarebbe oramai ai minimi storici e l'esonero sarebbe già stato deciso.

Antonio Conte, allenatore del chelsea

1k condivisioni 100 commenti 3 stelle

di

Share

Non c'è pace per Antonio Conte. Il caso Diego Costa, le incomprensioni con la società sul mercato e il rendimenti altalenante hanno fatto sì che il suo rapporto con la dirigenza e parte dello spogliatoio si rovinasse. 

La sconfitta per 3-0 patita contro la Roma in Champions League ha ulteriormente aggravato la situazione, tanto che i media sportivi britannici si sono interrogati su quanto potrà ancora durare il rapporto di lavoro in essere tra il Chelsea e l'ex ct della nazionale italiana. La vittoria della Premier League al primo tentativo non è bastata: sebbene i tifosi amino alla follia il loro allenatore, lo stesso discorso non vale per i dirigenti del club e, nello specifico, per il patron Roman Abramovich. 

Secondo quanto riportato dall'edizione odierna di Marca, il magnate russo avrebbe già deciso di esonerare Conte al termine di questa stagione. Un'indiscrezione che potrebbe mettere ancora più in difficoltà il manager italiano, concentrato al momento sulla rincorsa al Manchester City in Premier League e sul passaggio agli ottavi di Champions League. 

Premier League, Abramovich ai ferri corti con Conte

Già in passato il proprietario del Chelsea si era dimostrato poco paziente nei confronti dei suoi allenatori. Prima di Conte, tanti altri erano state vittime dell'insoddisfazione di Abramovich: da Hiddink a Mourinho, passando per Ancelotti e Di Matteo, esonerato pochi mesi dopo aver conquistato il trofeo più importante conquistato dalla società londinese nella sua intera storia: la Champions League. 

I problemi di comunicazione tra Conte e la dirigenza si sono ben presto trasferiti anche nello spogliatoio: il caso Diego Costa ha destabilizzato un ambiente che sembrava aver trovato serenità, lasciando il manager leccese in balia di stesso e impossibilitato a recuperare il rapporto instaurato con i suoi giocatori durante tutto l'arco della scorsa stagione. 

Conte riflette sulla sconfitta del suo Chelsea contro il Crystal Palace

Non è chiaro come e quando Conte lascerà il Chelsea ma quel che è certo è che la sfida di Premier League in programma domenica pomeriggio allo Stamford Bridge contro il Manchester United di Mourinho rappresenta un viatico fondamentale per il futuro del tecnico: una vittoria potrebbe rilanciarlo definitivamente, una sconfitta suonerebbe quasi come una sentenza

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.