Indipendenza Catalogna, il Barcellona condanna gli ultimi arresti

Dopo l'arresto di 7 membri del Govern catalano, arriva la dura replica ufficiale del club di Bartomeu.

Catalogna, il Barcellona critica gli arresti

175 condivisioni 6 commenti 2 stelle

di

Share

Calcio e politica, in questo caso, vanno avanti di pari passo. La richiesta d'indipendenza della Catalogna dello scorso 27 settembre e tutto ciò che ne è derivato, ha visto il Barcellona, Piqué e tutti i catalani del mondo dello sport coinvolti in prima persona.

Non potevano dunque non seguire questo trend anche gli ultimi sviluppi, quelli che hanno portato all'arresto di sette membri del Govern catalano, accusati dalla Procura spagnola di "ribellione", sedizione e malversazione.

L'ex vicepresidente Oriol Junqueras, più Jordi Turull (Presidenza), Josep Rull (Territorio), Carles Mundò (Giustizia), Raul Romeva (Esteri) e Joaquim Forn (Interno) si trovano adesso nel carcere di Estremera, a Madrid, e rischiano 30 anni di carcere. Stesso pericolo per le due donne, Meritxell Borras (Governo) e Dolors Bassa (Lavoro), che invece sono detenute nella prigione femminile di Alcalà (poco fuori Madrid).

Il comunicato del Barcellona

Il provvedimento è stato motivato dall'Audiencia Nacional con la possibilità che gli stessi potessero scappare, nonché reiterare i reati e distruggere le prove, sulla scia dell'ex governatore Puigdemont e gli altri quattro membri del Govern deposto scappati in Belgio.

Ecco, a questa importante svolta della politica spagnola, è seguita anche in questo caso una presa di posizione importante, direttamente da parte del club più rappresentativo della Catalogna, il Barcellona.

Attraverso un comunicato pubblicato sul sito ufficiale della società, infatti, i blaugrana hanno manifestato le loro perplessità per i provvedimenti.

Il Barcellona è sgomento per le incarcerazioni stabilite oggi dall'Audiencia Nacional e esprime la sua solidarietà con coloro che ne sono stati colpiti e i loro familiari. Il Barcellona considera che azioni come queste non contribuiscano a costruire il cammino del dialogo e del rispetto che ha sempre difeso. Data l'eccezionale natura della situazione attuale, il Barcellona fa un appello alla calma e ribadisce, ancora una volta, il suo impegno verso le libertà e i valori democratici, al fine di costruire ponti in grado di risolvere questo conflitto in maniera concordata, pacifica e politica.

Calcio e politica. A Barcellona, di questi tempi, l'una si distingue con molta difficoltà dall'altra.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.