Bundesliga, 5 motivi per guardare Borussia Dortmund-Bayern Monaco

Il Borussia Dortmund ospiterà il Bayern nel prossimo turno di Bundesliga: ecco cinque motivi per cui non potete perdervi il Klassiker. Diretta su FOX Sports sabato alle 18.30.

111 condivisioni 1 commento

di

Share

Indipendentemente dalla qualità del torneo, ogni campionato ha una partita che ne rappresenta la massima espressione. Il caso più evidente è quello spagnolo, dove Real Madrid e Barcellona danno vita, da sempre, alla sfida fra le migliori squadre di Spagna. In Bundesliga l’unica squadra a competere sempre (e da sempre) per il titolo è il Bayern Monaco, che, di anno in anno (o meglio: di decennio in decennio) cambia l’avversario da battere.

Dal Borussia Moenchengladbach negli anni '70 all’Amburgo, passando per il Werder Brema e lo Stoccarda e arrivando alla sfida dei giorni nostri: il Klassiker, Bayern Monaco contro Borussia Dortmund, le due regine della Bundesliga. Basti pensare che l’ultima volta che a vincere il campionato tedesco è stata una squadra diversa da quella bavarese o quella giallonera, era il 2009. Trionfò il Wolfsburg di Dzeko.

Anche quest’anno Borussia Dortmund e Bayern Monaco rappresentano il meglio del calcio tedesco. Non se la predano i tifosi del Lipsia (splendida realtà che ha un futuro radioso), squadra ancora troppo giovane per poter vincere. L'anno scorso il club gestito dalla Red Bull è arrivato secondo e a trionfare, oltre ai bavaresi, ci sono riusciti i gialloneri in Coppa di Germania.

Vota anche tu!

Chi vincerà la sfida fra Borussia Dortmund e Bayern Monaco?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Bundesliga, 5 motivi per non perdere Borussia Dortmund v Bayern Monaco

Sabato 4 novembre (diretta su FOX Sports alle ore 18.30) la Bundesliga mostrerà la sua faccia migliore. Il Borussia Dortmund ospita il Bayern Monaco, primo a +3 sui gialloneri. Perché però la partita è davvero imperdibile? Ecco cinque motivi.

  • 1) Calcio offensivo

Già in estate, quando le due squadre si sono affrontate in Supercoppa, hanno dimostrato di pensare (entrambe) più ad attaccare che non a difendere. L’ultima gara è finita 2-2 (poi trionfò il Bayern ai rigori), l’anno scorso gli ultimi due scontri diretti sono terminati 3-2 (per i gialloneri) e 4-1 (per i bavaresi). Fanno 14 gol nelle ultime tre sfide.

  • 2) Equilibrio

A inizio ottobre il Bayern Monaco era a -5 dal Borussia Dortmund. Tre giornate di campionato dopo la situazione si è ribaltata: i campioni di Germania, con l’arrivo di Heynckes, sono tornati in testa alla classifica e hanno già 3 punti di vantaggio. Merito dei 9 punti conquistati dai bavaresi contro le due sconfitte (e il pareggio) rimediate dai gialloneri. Vincendo il Bayern andrebbe incredibilmente a +6, vale a dire in fuga. Se invece dovessero vincere i padroni di casa, la classifica della Bundesliga verrebbe comandata da due squadre a pari punti. Un equilibrio intrigante a questo punto della stagione.

  • 3) Gli ex

Quelli, si sa, nel calcio fanno sempre male. Da una parte c’è Lewandowski, che contro i gialloneri ha segnato 8 gol in 7 partite, dall’altra c’è Mario Gӧtze, che aveva scelto i bavaresi per fare il grande salto, ma che un anno fa è tornato a Dortmund con la coda fra le gambe. Superata la malattia, ha voglia di rilanciarsi definitivamente per dimostrare di essere ancora a livelli altissimi. Segnare col Bayern, in una gara così, potrebbe essere la svolta della sua stagione.

Robert Lewandowski
Robert Lewandowski con la maglia del Dortmund
  • 4) Die gelbe Wand

Si gioca in quello che secondo molti è lo stadio più bello al mondo. Di sicuro, quella giallonera, è la Curva più grande che esista. Forse anche la più rumorosa. Almeno nelle partite contro il Bayern Monaco. La gelbe Wand (letteralmente “la parete gialla”, anche se spesso in Italia si è tradotto con “il muro giallo”) dà sempre spettacolo con cori (coe il You’ll never walk alone) e coreografie. Perderselo sarebbe un peccato.

Die Gelbe Wand
Die gelbe Wand (la parete gialla)
  • 5) Goleador

Da due anni Aubameyang e Lewandowski si contendono lo scettro di re dei bomber in Bundesliga. Nella stagione 2015-16 ha vinto il polacco, l’anno scorso ha trionfato l’attaccante africano. Quest’anno, dopo 10 giornate, sono entrambi a 10 gol. Bene, anche se non benissimo visto le loro medie realizzative. Quel che fa impressione però è vedere le reti realizzate dal terzo della classifica cannonieri: Werner, del Lipsia, è a quota 5, esattamente la metà. Due bomber così, in una singola partita, è difficile vederli.

Aubameyang contro Lewandowski
Aubameyang contro Lewandowski

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.