Champions League, Sarri: "Napoli senza tutele. Ko Ghoulam decisivo"

A fine match il tecnico del Napoli, pur contento della prestazione dei suoi, si è lamentato per il calendario. Su Ghoulam: "Difficile giocare al suo posto".

2k condivisioni 694 commenti 0 stelle

di

Share

Quando la perfezione può trasformarsi in un difetto. Ovvero il Napoli di Maurizio Sarri. Ieri sera al San Paolo nel quarto turno della fase a gironi di Champions League, gli azzurri hanno messo sotto il Manchester City di Guardiola per mezzora, annichilendolo come a nessuno era ancora riuscito in questa stagione.

Poi è accaduto l'ineluttabile: l'infortunio a Ghoulam che fino a quel momento aveva seminato il panico sulla sinistra, dove saltava chiunque gli si parasse davanti e innescava Insigne, apparentemente inarrestabile. Il franco-algerino era un rebus che Guardiola non riusciva a risolvere e il suo ko una grazia inattesa per gli inglesi.

Uscito Ghoulam il meccanismo di Sarri si è inceppato: troppo perfetta la sua sincronizzazione, forse, per tollerare il cambio di un ingranaggio. Certo, se poi un così prezioso ingranaggio di sinistra sei costretto a sostituirlo con il destrissimo Hysai, traslato a mancina per far posto a Maggio sulla sua fascia di competenza, tutto diventa pure più difficile, soprattutto contro Pep che dalla panchina ti tira fuori nell'ordine David Silva, Bernardo Silva e Gabriel Jesus, a fronte - e con tutto il rispetto - dello stesso Maggio, Rog e Ounas.

Champions League, Sarri: "Napoli senza tutele. Ko Ghoulam decisivo"

Nonostante tutto il gioco del Napoli ha messo sempre paura al Manchester City, dimostrando di poter essere protagonista anche in Champions League, pure ai suoi livelli più alti. Quello che forse manca, però, agli uomini di Sarri è la possibilità di affidarsi alla prestanza e alla forza fisica per supplire ai momenti difficili, come nel caso dell'infortunio a Ghoulam.

Faouzi Ghoulam
Sconsolato, Ghoulam esce dal campo alla mezzora

Quella forza fisica che il City ha fatto valere sulle palle inattive, vedi i gol di Otamendi e Stones, come già aveva fatto qualche mese fa il Real Madrid con Sergio Ramos. Un limite che Sarri non nasconde, anche se per lui la colpa va cercata altrove:

Certo, noi siamo una squadra molto tecnica e meno forte fisicamente di altre. Ma quello che nessuno sottolinea è che ci manca la tutela della Lega Calcio: ci tocca sempre giocare contro squadre che hanno potuto godere di almeno 24 ore di riposo più di noi.

Sarri e Guardiola
Sarri e Guardiola ieri sera al San Paolo

Il tecnico del Napoli, comunque è soddisfatto della prestazione dei suoi nella serata di Champions League e punta il dito sull'infortunio subito da Ghoulam:

Lì abbiamo perso l'inerzia, del resto lui è uno dei migliori terzini sinistri d'Europa e giocare al suo posto non è  facile per nessuno.  

Chi vincerà la Champions League 2017/2018?

Vota

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.