Serie A, Inter: oltre 70mila tifosi per il match contro il Torino

I risultati di questa prima parte di campionato hanno portato alle stelle l'entusiasmo dei fan nerazzurri. Contro il Toro probabile il tutto esaurito.

Inter

1k condivisioni 49 commenti

di

Share

Così bene nelle prime 11 giornate di Serie A l'Inter non era mai riuscita ad andare nell'era dei tre punti a vittoria: 29 punti - 15 più di quella di de Boer che oggi pare lontana anni luce - frutto di 9 successi e due pareggi. Non aveva fatto meglio nemmeno nell'anno del triplete griffato Mourinho, quando la squadra di Milito, Zanetti e Julio Cesar era arrivata a quota 28, sconfitta allora dalla Sampdoria, ma saldamente in vetta alla classifica.

I tifosi ricorderanno con piacere pure i 27 punti della squadra manciniana post-calciopoli che, anche nella stagione 2006-07 era poi andata a vincere lo scudetto, mentre ricordi contrastanti evocheranno quelle di Simoni e di Stramaccioni che, rispettivamente nel 1997/98 e nel 2012/13, pur partendo da 27 punti nelle prime 11 giornate, finirono per inciampare in altri, diversi ostacoli.

Il gioco non sarà sempre brillante, soprattutto contro le piccole, ma quando i nerazzurri riescono a occupare gli spazi, spesso per gli avversari sono dolori. Ne sanno qualcosa Fiorentina, Roma, Milan e Sampdoria, sovrastate a tratti - mai, va detto, per tutta la partita - e uscite sconfitte dagli scontri diretti. E poi la difesa, con l'innesto di Skriniar, sembra aver trovato una solidità che mancava dai tempi di Samuel.

Serie A, Inter: previsti oltre 70mila tifosi per il match contro il Torino

Spalletti - il quale non era arrivato proprio fra gli osanna della tifoseria che gli avrebbe preferito Simeone e forse persino l'ex nemico Conte - ha dato all'Inter soprattutto un'anima e una concretezza che non si vedeva da parecchio tempo. Poi ha trattenuto Perisic, ha resuscitato giocatori che sembravano rassegnati ai fischi del pubblico, come Nagatomo, Candreva e in parte Miranda, e ha chiarito sul campo perché in sede di calciomercato ha voluto a tutti i costi uno come Vecino. 

Perisic dell'Inter
Perisic, uno dei fattori dell'Inter di Spalletti

Se poi a volte arriva anche qualche giocata di fino, vedi derby e primo tempo contro la Samp, i tifosi non sanno più che altro chiedere. Nessuno pronuncia la parola scudetto, più per concretezza meneghina che per scaramanzia, ma l'entusiasmo dei fan è ormai alle stelle, tanto che a cinque giorni dal match casalingo di Serie A contro il Torino, in programma domenica prossima alle 12.30, a San Siro sono già annunciati più di 70mila tifosi, fra abbonamenti e biglietti venduti.

Mauro Icardi
Mauro Icardi, capitano e goleador

Una formazione da mandare a memoria

Una bella responsabilità per questa Inter che pure, secondo Spalletti, deve ancora crescere. Una crescita che il tecnico toscano, non avendo altri impegni oltre alla Serie A, sembra sempre più intenzionato ad affidare alla stessa formazione. Una formazione che i tifosi cominciano a mandare a memoria, proprio come erano abituati a fare tanti anni fa.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.