NFL: che spettacolo a Seattle! Volano Bills, Vikings e Steelers

DeShaun Watson contro Russell Wilson è uno spettacolo per palati fini, così come la sostanza dei Pittsburgh Steelers o la forza difensiva dei BIlls. Questa è la NFL 2017-18.

I Seahawks vincono al fotofinish

28 condivisioni 1 commento

di

Share

Gli americani direbbero: “one for the season” per descrivere la partita tra Texans e Seahawks che entra di diritto tra le top 5 NFL di questa stagione. A spuntarla sono i padroni di casa dei Seahawks dopo una girandola di emozioni, prestazioni di altissimo livello di Russell Wilson e DeShaun Watson, unite al pathos di una gara che si risolve a 21” dalla fine con un touchdown (il secondo di giornata) di Jimmy Graham, recentemente colpito da alcune voci che lo avrebbero visto presto lontano da Seattle. Il TE ex Saints è stato poco visibile nei primi due quarti e mezzo, poi ha cominciato a salire di colpi ricevendo il primo touchdown dopo una play action in red zone e poi convertendo una miscomunication della difesa dei Texans per chiudere la partita con l’intoccata realizzazione della vittoria. Era stata Houston a iniziare con il piede giusto, sfruttando la velocità di Fuller per un fulmineo touchdown iniziale al cospetto di un beffato Earl Thomas. 

La safety si rifà poco dopo con un’esiziale lettura difensiva che legge il lancio di Watson e lo intercetta riportandolo il meta per il secondo pareggio di serata. Watson però trova con un’incredibile costanza i propri ricevitori: Fuller riceve cinque passaggi (due da TD) e in stagione è a quota sette touchdown con soli tredici passaggi ricevuti, mentre la prova mostruosa di Hopkins produce 8 ricezioni per 224 yards e un touchdown. È la serata del quarterback rookie che entra nel libro dei record diventando il primo della storia NFL a raggiungere la quota di 19 mete nelle prime sette partite di carriera. 

Wilson dall’altra parte non è da meno e unisce il suo chirurgico braccio alle sue notevoli gambe per mandare i suoi in vantaggio Seattle, prima che Houston rimetta ancora avanti la testa con il solito Hopkins. Poco dopo, però, mette per aria un brutto lancio e si fa intercettare rischiando di chiudere il match. La legion of boom gli regala un’ultima possibilità e per uno come lui è quanto basta per vincere. Il drive è perfetto, così come la lettura per Graham e così può esplodere la festa del Century Link Field.

Smith-Schuster s'invola a casa dei Lions

NFL JuJu Steelers

Ci sono poche certezze nel football: Tom Brady, i commercials durante il Super Bowl e gli Steelers competitivi. Nella nottata americana, la partita che chiude la domenica vede impegnata proprio Pittsburgh in quel di Detroit. La partita si presenta difficile, ma è proprio qui che la squadra di Tomlin ha sempre dato il meglio. 

Il punteggio non è dei più spettacolari e nel quarto periodo la goal line defense degli Steelers compie un vero e proprio miracolo. Prima ferma quattro tentativi dei Lions a un battito di ciglia dalla endzone recuperando il pallone, concedendo la possibilità a Roethlisberger d'imbeccare Smith-Schuster che riceve e si invola per 97 yards portando a casa i sette punti decisivi per il risultato.

Mi sono guardato indietro un paio di volte nella corsa - dice - perchè su Madden mi hanno dato 82 alla voce velocità e di solito mi fermano. Spero che con questa volata aumentino un pò la mia statistica.

Queste le parole di un felice e divertito JuJu. Sul tentativo di rimonta Lions sono ancora i colpitori degli Steelers a fermare tutti gli assalti in redzone e mantenere un possesso di vantaggio. Stafford non riesce a trovare mai la endzone per i suoi ricevitori, nonostante Tate e soprattutto Jones (8 ricezioni per 128 yds) mettano in scena ottimi numeri balistici, ma come spesso succede il bello è degli altri e la vittoria va agli Steelers che volano 6-2.

La lotta tra Bills e Raiders

Eagles ancora soli, Bills lanciati, crisi Raiders

Avevamo pronosticato nella nostra NFL Week 8 preview che se i Raiders avessero esagerato con le palle perse avrebbero perso la partita e a casa dei Bills ne sono arrivate ben quattro che hanno spianato la strada agli avversari, dopo un inizio ottimo e una realizzazione fulminea. Buffalo domina la partita e mantiene imbattuto il proprio campo, tallonando i Patriots a quota 5-2. Gli Eagles vincono e vanno 7-1 con una facile ciclo turistica sui 49ers ancora a secco di vittorie, mentre i diretti rivali della division saranno i Dallas Cowboys che dominano a Washington, passando con autorità e si eleggono a unico rivale delle aquile.

Non finisce la crisi dei Tampa Bay Buccaneers alla loro quarta sconfitta consecutiva, patita contro dei Carolina Panthers a correnti alternate, ma comunque in grado di concedere solo tre punti a un attacco che sulla carta varrebbe molto di più. Chiudiamo con la vittoria londinese da parte dei Minnesota Vikings, sempe più dominatori della NFC North, che fanno un sol boccone dei Cleveland Browns ancora senza vittorie e quasi senza speranze visto che i due quarterback a quota 19 touchdown stagionali arrivano entrambi da trade con loro (Wentz e Watson). Il secondo tempo è un monologo viola a cui i Browns non hanno risposte.

Infine va un grosso in bocca al lupo a Zach Miller che dopo un brutto infortunio durante il match dei suoi Bears contro i Saints è stato ricoverato d'urgenza all'ospedale per un problema vascolare che potrebbe adirittura obbligarlo all'amputazione della gamba. È lo scenario peggiore, ma i primi interventi dello staff medico hanno ridotto considerevolmente la possibilità, che però non rimane ancora del tutto esclusa.
Stay strong Zach! 

Risultati

Dolphins@Ravens 0-40
Niners@Eagles 10-33
Vikings@Browns 33-16
Bears@Saints 12-20
Chargers@Patriots 13-21
Colts@Bengals 23-24
Flacons@Jets 25-20
Panthers@Buccaneers 17-3
Raiders@Bills 14-34
Texans@Seahawks 38-41
Cowboys@Redskins 33-19
Steelers@Lions 20-15
Broncos@Chiefs 19-29

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.