Liga, Sergio Ramos scuote il Real Madrid: "La rimonta è possibile"

Il centrale spagnolo non è spaventato dagli otto punti di distacco dal Barcellona e ammette che la Liga è ancora una questione aperta: "La rimonta è ancora possibile".

809 condivisioni 13 commenti

di

Share

Chiamatela crisi del terzo anno. Anche se dopo così tanti successi un minimo di calo è semplicemente fisiologico. Questo Real Madrid, però, dopo l'anomala sconfitta in casa del Girona, inizia a preoccupare. Sì, siamo già alla seconda derrota in 10 partite. Qualcosa non va. E soprattutto ci sono gli altri, quelli del Barcellona, che viaggiano spediti. Il distacco? Abbondante, sono 8 i punti che separano i blancos dai blaugrana. Senza contare di mezzo un Valencia più carico che mai. Insomma, questa Liga è davvero bellissima.

Per il Real Madrid una partenza così lenta non si registrava dal 2012. In quell'anno anche Mourinho collezionò due sconfitte e due pareggi dopo solo 10 partite. In quella Liga il Real chiuse secondo a ben 15 punti di distanza da Barça, oggi già a +8.

Anche nel 2006/7, sotto la guida di Capello, il Real Madrid registrò lo stesso ruolino di marcia. Ma al tempo il Barcellona, dopo le 10 giornate, vantava solo tre punti in più dei blancos, che alla fine riuscirono a rimontare e vincere la Liga. Già, chissà come andrà a finire quest'anno, per provare ad immaginarlo basta chiederlo a Sergio Ramos. Il difensore centrale, infatti, in un'intervista a Radio Ondacero, ha parlato con ottimismo del futuro della propria squadra. 

Liga, Real Madrid: Sergio Ramos non ha paura

Siamo abituati a vederlo nelle vesti del vincente, Sergio Ramos. Coppa con le orecchie, corona e mantello. Campionissimo. Oggi, invece, il leader del Real Madrid è costretto a parlare della crisi della sua squadra. Ok, ma è proprio così?

In realtà non sarebbe la prima volta che rimontiamo otto punti. Successe nella stagione 2002/03 quando il Real superò la Real Sociedad. Insomma, non è impossibile. Certo, ora le sensazioni non sono positive, ma quando si gioca in club del genere non sì è mai abituati a perdere. Dobbiamo capire gli errori che abbiamo commesso finora in modo che non accadano nuovamente. Ogni sbaglio può costare il titolo. Tutti possiamo fare di più. Ma contro il Girona siamo calati soprattutto sul piano dell'intensità.  Adesso vogliamo concentrarci sulla Champions League e poi ripartire per vincere la Liga.

Partite così, come a Girona, l'anno scorso venivano pareggiate o addirittura vinte. E i problemi di questo Real Madrid sono soprattutto in attacco. Ronaldo su tutti, più spento rispetto al passato: il portoghese è fermo a solo 1 gol stagionale in campionato. Non va meglio a Benzema, poco pungente in area di rigore. Insomma, i conti in questa Liga non tornano: 

Io rispetto la stampa, ma non sempre condivido ciò che leggo. Ci sono troppi pareri discordanti. In questo momento l'immagine che si ha della Spagna mi rende triste. So solo che più staremo assieme e più saremo forti. Ne usciremo. Con Piqué adesso vado più d'accordo rispetto al passato, Gerard ha sempre avuto un ottimo comportamento.

Dalla questione dell'indipendenza ai problemi del suo Real Madrid. Anche difensivi. Contro il Girona due reti concesse, che sarebbero potute essere il doppio: in stagione ben nove gol incassati, quasi uno a partita. L'anno scorso il Real per perdere due partite in Liga aveva dovuto aspettare febbraio. Poi gli infortuni, Keylor Navas, Carvajal, Kovavic e soprattutto Bale, hanno rallentato il percorso di crescita collettivo. E sono già 5 i punti lasciati indietro contro le neo-promosse, un po' troppi per ambire all'obiettivo. Eppure, a Girona, Zidane ci ha provato: prima cambiando la difesa e poi cercando le palle sulle fasce. Peccato non abbia funzionato. Ma c'è chi non si abbatte e ha ancora molta fiducia, vero Sergio Ramos?

Vota anche tu!

E secondo voi questo Real Madrid può ancora vincere la Liga

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.