UFC Fight Night San Paolo: la caduta degli idoli

Grandissime emozioni nella notte di San Paolo: 3 finalizzazioni e 3 decisioni da urlo ci regalano una delle Fight Night UFC più adrenaliniche degli ultimi mesi.

UFC FN 119: Covington hits Maia Photo Credits: UFC Espanol official Twitter

54 condivisioni 0 commenti

di

Share

Dinamite pura in quel di San Paolo. Al Ginasio do Ibirapuera crollano fragorosamente i due beniamini di casa più acclamati, venendo parzialmente vendicati da altri connazionali pronti a fornire un adeguato ricambio generazionale che è stato il perfetto antipasto per UFC 217. 3 finalizzazioni nei 6 match trasmessi in esclusiva italiana su FOX Sports, con la main card - commentata dal nostro Alex Dandi - che è stata aperta dall'interessantissimo confronto tra John Lineker e Marlon Vera.

Prestazione solida da parte del primo, che trionfa per decisione unanime in una contesa al limite della divisione pesi gallo. Ritorno alla vittoria dunque per "Hands of Stone", che riscatta l'opaca prestazione contro T.J. Dillashaw, imponendosi su un avversario che era reduce da tre successi di fila.

Successivamente spazio alla divisione pesi medi, con Thiago Santos che stende senza possibilità d'appello l'ex Venator Jack Hermansson per KO 4:59 del primo round. Parte subito aggressivo "Marreta", che mette pressione allo svedese con ottimi calci e offensive furiose. Dal canto proprio invece "Joker" non riesce mai ad entrare nel match, rischiando più volte un knockout che arriva al calare della prima ripresa, con Santos che stende l'avversario con una combinazione sporca ma furiosa, finendolo in ground and pound.

Sul confronto tra Francisco Trinaldo e Jim Miller eravamo stati chiari: poteva uscir fuori un signor match, e così è stato. Alla fine dei tre round è il peso leggero brasiliano a trionfare, infliggendo al veterano statunitense la terza sconfitta di fila. Quarto incontro di serata che ci ha regalato la definitiva consacrazione di Pedro Munhoz nella divisione pesi gallo. Quarta vittoria consecutiva in UFC per il padrone di casa, che finalizza Rob Font con una ghigliottina a 4:03 del primo round.

Co-main event di serata che ha regalato la prima delusione al pubblico brasiliano, con Demian Maia che esce clamorosamente sconfitto dal confronto con Colby Covington al termine dei tre round. Lo statunitense, vera e propria rivelazione della categoria pesi welter, si candida a serio sfidante alla cintura detenuta da Tyron Woodley grazie ad una performance solidissima. Annullato il BJJ dell'ex title contender, con i 12 tentativi di takedown di Maia che sono stati perfettamente respinti dal vincente della contesa. Qualcosa di buono però lo sconfitto l'ha comunque fatta vedere, mettendo in mostra uno striking più evoluto e che ha dato qualche grattacapo ad un Covington che, non appena salito in cattedra, ha però fatto valere lo stand-up game migliore.

Sul main event, infine, non abbiamo molto da dirvi: Lyoto Machida torna dopo oltre due anni fuori dalle scene - complice la squalifica di 18 mesi inflittagli da USADA -, mostrando ottimi riflessi e buon footwork fino a quando Derek Brunson, a 2:30 del primo round, non lo spegne con una serie di pugni che mandano giù il nippo-brasiliano. Può un quasi quarantenne Machida dare ancora qualcosa alla divisione pesi medi UFC? Può Derek Brunson aspirare a qualcosa in più di un semplice ruolo da gatekeeper? Tutte domande che troveranno risposta nei prossimi mesi. 

UFC 217: appuntamento con la storia

Meno di sette giorni ci separano da quello che sarà l'evento più importante dell'anno per UFC, che nell'occasione tornerà per la seconda volta al Madison Square Garden di New York. Tre match titolati ed altre contese interessantissime ci attenderanno nella notte tra sabato 4 e domenica 5 novembre, con le grandi MMA sempre protagoniste su FOX Sports, canale 204 di Sky!

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.