Mega League: il progetto che vuole unire l'Est Europa in una Superlega

Dalla mente del bulgaro Rumen Vatkov potrebbe nascere una Superlega formata da diciassette paesi dell'Europa dell'Est.

Lo Stadionul Dinamo, uno dei possibili stadi della Mega League

1k condivisioni 51 commenti

di

Share

Se la creazione di una Superlega tra le più forti squadre europee è ancora in fase di discussione, nella parte orientale del vecchio continente c'è già chi si è messo all'opera per unire i paesi balcanici a quelli caucasici e formare un campionato al livello dei principali tornei.

Parliamo dell'ambizioso progetto del bulgaro Rumen Vatkov, ex responsabile marketing del CSKA Sofia e fondatore, nei giorni scorsi, di Mega League, il nome che prenderebbe l'ipotetica Superlega. Lo stesso Vatkov spiega così la sua idea:

Credo che unire le migliori squadre del Sud-Est Europa sia l'unico modo per farle tornare competitive come i principali top club. La Mega League potrebbe essere una delle competizioni più interessanti d'Europa, al pari della Serie A o della Bundesliga, e ho intenzione di utilizzare tutte le risorse a mia disposizione per realizzarla.

Lo slogan del progetto è “We can change football together”, praticamente una rivisitazione in chiave calcistica del proverbio “l'unione fa la forza”. L'obiettivo è partire dalla stagione 2019-20, con la speranza che Uefa e Fifa approvino l'iniziativa.

La struttura della Mega League

Mega LeagueCopyright MegaLeague.org
In arancione i paesi che potrebbero formare la Mega League

Una lega a due divisioni, con quarantadue squadre provenienti da diciassette paesi. Vatkov ne ha anche analizzato il possibile andamento economico: l'innalzamento della competitività, porterebbe un maggior appeal a livello di diritti televisivi e più ricavi per le singole società.

Il dirigente bulgaro ha già formato i campionati, selezionando le squadre soprattutto in base alla popolarità e alle varie rivalità. La massima serie, la Mega League 1, sarebbe composta da venti club:

  • Steaua Bucarest (ROM)
  • Dinamo Bucarest (ROM)
  • Craiova (ROM)
  • Olympiacos (GRE)
  • Panathinaikos (GRE)
  • Maccabi Tel Aviv (ISR)
  • Maccabi Haifa (ISR)
  • Stella Rossa (SRB)
  • Partizan Belgrado (SRB)
  • Levski Sofia (BUL)
  • CSKA Sofia (BUL)
  • Dinamo Zagabria (CRO)
  • Hajduk Spalato (CRO)
  • Sarajevo (BOS)
  • Zeljeznicar (BOS)
  • Olimpija (SVN)
  • Maribor (SVN)
  • Apoel Nicosia (CIP)
  • Omonia (CIP)
  • Vardar (MAC)

Alla fine di ogni stagione, le ultime tre classificate retrocederebbero in una Mega League 2 da ventidue squadre:

  • Rapid Bucarest (ROM)
  • Petrolul (ROM)
  • Universitatea Cluj (ROM)
  • CFR Cluj (ROM)
  • Paok (GRE)
  • AEK Atene (GRE)
  • Hapoel Tel Aviv (ISR)
  • Beitar Jerusalem (ISR)
  • Vojvodina (SER)
  • Radnicki (SER)
  • Botev Plovdiv (BUL)
  • ? (BUL)
  • Rijeka (CRO)
  • Neftci (AZE)
  • ? (AZE)
  • Tirana (ALB)
  • ? (ALB)
  • Dinamo Tbilisi (GEO)
  • Ararat Yerevan (ARM)
  • Zimbru Chisinau (MOL)
  • Prishtina (KOS)
  • Buducnost Podgorica (MON)

Dalla seconda divisione retrocederebbero le ultime cinque squadre, le quali verrebbero sostituite da altrettanti club provenienti dalla terza serie. Il discorso in questa fase si fa più articolato: i migliori quaranta club dei vari campionati nazionali, che diverrebbero di conseguenza tutti gironi della Serie C, disputerebbero un mini torneo per conquistare i cinque posti a disposizione. L'idea del numero delle squadre e dei play-off di fine stagione proviene dal nostro sistema calcistico, odiato da molti, ma decisamente apprezzato dall'inventore della Mega League.

Partizan Belgrado v Stella RossaCopyright GettyImages
Il 'Veciti derbi' tra Partizan Belgrado e Stella Rossa potrebbe essere una delle gare clou della Mega League

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.