Bundesliga, Borussia Dortmund in crisi (giallo)nera: l'Hannover vince 4-2

Secondo ko (e un solo punto) nelle ultime tre giornate: il primo posto delle Vespe si sgretola. E sabato c'è il Klassiker con il Bayern Monaco.

404 condivisioni 3 commenti

di

Share

Un'altra sconfitta, la seconda nelle ultime tre giornate: il Borussia Dortmund meraviglioso di inizio stagione sembra un lontano ricordo. La formazione di Peter Bosz cade fragorosamente in casa dell'Hannover: i Roten di André Breitenreiter vincono 4-2, al termine di una partita pazzesca, straripante di gol ed emozioni. E che sancisce la crisi vissuta dalle Vespe.

Dopo il ko contro il Lipsia e il pareggio con l'Eintracht, per i gialloneri è un altro passo falso. E costa l'arrivederci al primo posto in Bundesliga: con lo scontro diretto tra Bayern Monaco e Lipsia, i 20 punti in classifica non bastano a tenere il primato al sicuro.

Non bastano le reti di Zagadou (la prima da professionista) e Yarmolenko: a festeggiare sono i padroni di casa, ora sorprendentemente quarti (da neopromossi). Le firme sono di Jonathas (vecchia conoscenza italiana), Bebou - doppietta per il togolese - e Klaus: strepitoso il suo gol su punizione. Una giostra del gol che apre mille interrogativi sul momento no vissuto dal Borussia, a una settimana dalla sfida con il Bayern.

Bundesliga, Hannover v Borussia Dortmund è una partita infinita

Ricordate Jonathas? Dai, l'attaccante brasiliano che ha giocato con Brescia, Pescara, Torino e Latina? Bene, è lui l'attore protagonista del primo tempo: un gol e un assist. Il match lo sblocca dopo venti minuti, dal dischetto: spiazzato Burki, colpevole di aver atterrato in area Klaus. Una "doppietta" per nulla entusiasmante per il portiere svizzero, dopo il penalty causato anche nell'incontro precedente con l'Eintracht. Altri venti minuti e Jonathas regala a Ihlas Bebou la palla per il nuovo vantaggio dei padroni di casa: 2° centro in Bundesliga per l'ala togolese, vera spina nel fianco per Bartra (adattato ancora sulla destra per le assenze nella difesa delle Vespe).

Il momentaneo pareggio del Borussia Dortmund era arrivato invece al 27'. Ed è il primo gol da professionista per uno dei tanti enfant prodige francesi: Dan-Axel Zagadou. Il difensore classe 1999 (soffiato in estate al PSG) vede spiovere in area la respinta svirgolata di Bakalorz e insacca all'angolino di sinistro la sua prima rete nel calcio dei grandi. Un altro gioiello giallonero, Pulisic, le ha provate invece tutte per mandare in gol i suoi partner di tridente: due cross perfetti per Aubameyang e Yarmolenko. Sul primo il gabonese non ci arriva per un soffio, sul secondo è invece clamoroso come l'ucraino spari alto con tutto lo specchio di fronte.

Il primo posto si sgretola

Se aver fallito quel gol semplice semplice hai contorni di un peccato, a inizio ripresa l'ex Dinamo Kiev si confessa e trova l'assoluzione: al 52' il suo secondo centro in campionato vale il nuovo pareggio per le Vespe. La dinamica è simile a quella della rete precedente: pallone ribattuto dalla difesa dell'Hannover e sinistro al volo, ma da posizione molto più decentrata. Borussia di nuovo in carreggiata? È solo un'illusione. Sette minuti dopo la rete di Yarmolenko, Zagadou macchia le belle parole spese su di lui: il 18enne atterra Jonathas lanciato a rete e lascia i suoi in dieci. Oltre al danno, l'immancabile beffa: dalla punizione arriva il terzo vantaggio dei Roten. 

È un destro a giro morbido, perfetto, beffardo quello che rende Felix Klaus il vero eroe di un match infinito. Per l'ala mancina è la prima gioia in questo campionato, appena la seconda rete nella massima serie con la maglia dell'Hannover. All'86 c'è spazio anche per la meritata doppietta (la prima nella massima serie) di Bebou: azione solitaria e destro che s'infila all'angolino. Un miracolo di Burki evita infine il 5-2: la rovesciata del subentrato Harnik sarebbe stata l'apoteosi per un Hannover strepitoso.

E sabato c'è il Klassiker

Si accresce così la crisi del Borussia Dortmund: secondo ko nelle ultime tre partite, appena un punto raccolto. E un rendimento difensivo disastroso: nove gol incassati in questo periodo nero. Picconate rumorose che sgretolano il primo posto in classifica. In attesa di Bayern Monaco-Lipsia, ma soprattutto della super sfida del 4 novembre: al Signal Iduna Park andrà in scena il Klassiker contro i bavaresi. L'Hannover - che sale a 18 punti - ospiterà invece proprio i Tori Rossi: il prossimo sabato, per la Bundesliga, sarà una giornata fon-da-men-ta-le.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.