Liga, Guedes: la stella del Valencia nel segno di Cristiano Ronaldo

Tre reti e cinque assist nella prima parte di campionato per l'esterno offensivo classe 1996: cartellino del Psg, con il fenomeno portoghese nel mirino.

1k condivisioni 27 commenti

di

Share

Gioca in Liga, portoghese, esterno offensivo, piede destro, numero 7 sulle spalle e buona confidenza con gol e assist. Non parliamo di Cristiano Ronaldo, uno dei totem del calcio internazionale, ma di Gonçalo Guedes: l'esterno offensivo di proprietà del Paris Saint-Germain, arrivato in prestito al Valencia nei giorni finali del calciomercato estivo, è uno dei punti di forza dell'undici allenato da Marcelino.

Approdato al Mestalla con la formula del prestito secco, Guedes si è presto integrato negli schemi del Valencia: esterno alto di piede destro, dotato di dribbling fulmineo e fisico longilineo - è alto 180 centimetri per 75 chilogrammi - il calciatore nato a Benavente il 20 novembre 1996 ama partire da sinistra nel 4-4-2 del Valencia, per stringere e calciare a rete. Una formula applicata alla lettera nel primo dei due centri realizzati nel 4-0 dello scorso turno al Siviglia: partenza palla al piede da centrocampo, approdo al limite dell'area, dribbling su due avversari e destro potentissimo sotto la traversa a battere Sergio Rico.

Rampa di lancio per i movimenti degli attaccanti o apriscatole in partite contro avversari chiusi, Guedes è già una delle certezze in casa Valencia: merito di un talento coltivato sin dall'età infantile. Chi lo conosce bene racconta che andava anche a scuola con un pallone tra i piedi fino ad accedere al settore giovanile del Benfica. Ogni giorno il giovane Gonçalo percorreva 200 chilometri per allenarsi, raggiungendo due volte al giorno Lisbona, distante oltre 50 chilometri da Benavente. Un cammino che l'ha portato prima in Francia, sponda Psg, e oggi a Valencia.

Liga, Guedes illumina Valencia e insegue Cristiano Ronaldo

Umiltà è una delle parole d’ordine in casa Guedes. Basti pensare alle dichiarazioni del numero 7 dopo la doppietta nel 4-0 al Siviglia, valsa al Valencia il secondo posto in Liga alle spalle del Barcellona:

Ho segnato dei bei gol, ma devo migliorare e lavorare per essere migliore e aiutare di più la squadra. Sto facendo bene, è il risultato del lavoro, la cosa più importante sono i 3 punti e la grande vittoria del Valencia. Lavoriamo giorno per giorno, vogliamo continuare così.

Lavoro e sudore. L’unica via per il successo passa di qui. Il papà di Gonçalo, Rogerio Guedes, ha scoperto le carte sui calciatori a cui suo figlio si ispira. La risposta ai microfoni di Radio MARCA è sin troppo scontata:

Gli piacerebbe seguire le orme di Cristiano Ronaldo. Come obiettivo, come idolo e compagno, chissà, di Nazionale. Cristiano è un modello per i più giovani e li aiuta a cercare di migliorarsi giorno per giorno.

Gli addetti ai lavori ne sono certi: Guedes ha dei lampi che ricordano molto da vicino Cristiano Ronaldo, fresco vincitore del FIFA Best Award a Londra lunedì scorso. La troppa concorrenza al Psg, complici gli arrivi di Neymar e Mbappè, lo ha portato in Spagna, dove nei primi due mesi di Liga è stato uno dei calciatori maggiormente in grado di rubare l'occhio: più, tanto per fare qualche nome, di Marco Asensio, Antoine Griezmann e Andres Iniesta.

Oggi, i 30 milioni di euro spesi nello scorso gennaio dal Paris Saint-Germain per portare Guedes all’ombra della Torre Eiffel e sottrarlo al Benfica non sembrano più tanti: i buoni rapporti con il Valencia lo hanno portato nella rosa dei Pipistrelli, allestita nel segno della ricerca del riscatto, come i nomi di Zaza e Kondogbia dimostrano. Un affare per entrambe: sette presenze in Liga, con due assist nel 3-2 vincente alla Real Sociedad, un gol capolavoro e un assist contro il Betis, due reti una più bella dell'altra e un assist nel 4-0 contro il Siviglia. Guedes corre, segna e fa segnare: nel mirino ora c’è la maglia della nazionale maggiore del Portogallo, sin qui indossata tre volte. Per puntare a Russia 2018 e giocare con il suo idolo, Cristiano Ronaldo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.