UFC, Mara Borella a FOXSports.it: "Piedi per terra, ma punto in alto"

Mara Romero Borella si racconta ai microfoni di FOXSports.it, svelando i retroscena legati al suo arrivo in UFC e le sue future ambizioni.

170 condivisioni 0 commenti

di

Share

Mara Romero Borella è la fighter del momento all'interno delle 125 libbre UFC. Con orgoglio patriottico possiamo vantarci di aver offerto al pubblico di Las Vegas una seria contendente al titolo tutta italiana - con fiere origini honduregne -, capace di debuttare e vincere in mezzo round contro una veterana delle WMMA quale Kalindra Faria. Un successo schiacciante, con la nostra rappresentante che ha messo in mostra un ground game capace di infiammare la platea della T-Mobile Arena.

Mara non si è tirata indietro neanche quando, ad un giorno e mezzo dall'incontro che l'avrebbe poi vista uscire vincitrice, ci ha dato l'ok per mettere in piedi un'intervista.

Così, a due settimane dalla vittoria di Las Vegas, abbiamo finalmente avuto modo di scambiare due chiacchiere con "Kunoichici", con cui abbiamo discusso dei retroscena legati al suo arrivo in UFC e della sua preparazione all'American Top Team di Coconut Creek.

UFC: la nostra intervista a Mara Borella

Ciao Mara! Innanzitutto grazie per aver accettato il nostro invito. Sei stata inserita nella main card di UFC 216, ppv importantissimo con sede alla T-Mobile Arena di Las Vegas. Hai sconfitto Kalindra Faria a 2:54 del primo round, sostituendo in short notice Andrea Lee. Come e quando hai ricevuto la chiamata di UFC? Ti aspettavi tutto ciò dopo la fantastica vittoria in Invicta?

Ciao a tutti e grazie a voi per l'invito. La chiamata da parte della promotion è arrivata esattamente 9 giorni prima del match. Nei nostri piani il debutto in UFC doveva concretizzarsi nel 2018, ma in fin dei conti è stato meglio così.

Sei ormai un'atleta dell'American Top Team in pianta stabile e hai la possibilità di allenarti con le due campionesse UFC Amandanda Nunes e Joanna Jedrzejczyk, a cui si aggiungono altre grandissime atlete quale Alex Chambers, Jessica Aguilar e Luanna Alzuguir. Come e quanto ha influito nella tua maturazione di fighter lo spostamento in una realtà così importante?

Tra le atlete che hai citato ce n'è una che mi ha dato un aiuto fondamentale nella preparazione al match con Kalindra Faria, ovvero Jessica Aguilar. Lei, assieme alla sua compagna, mi hanno aiutato a scendere di peso. Comunque sia avere la possibilità di trovarsi di fronte a sparring partner del genere non può che essere fondamentale per accrescere il proprio livello agonistico. Inoltre all'ATT vige un clima di serenità, dove tutti sono disponibili ad aiutarti.

Hai avuto praticamente una sola settimana di tempo per prepararti all'impegno, eppure hai davvero sfoderato una gran performance. Avevate pianificato proprio questo tipo di match in fase di preparazione?

Nonostante avessi una sola settimana di preparazione a disposizione abbiamo lavorato in maniera maniacale sullo svolgimento del match. Fortunatamente tutto il gameplan è confluito nella giusta direzione.

La tua preparazione da judoka è davvero ottima, ma negli ultimi match ti abbiamo vista molto a tuo agio anche nelle fasi di striking. Vedremo una Mara sempre più in evoluzione nel corso dei prossimi impegni? L'aver raggiunto un team ricco di specialisti in questa fase del combattimento quanto ti ha aiutato?

Diciamo che, per quanto riguarda la fase di striking, ho ancora molti passi in avanti da fare. Tuttavia credo di essermi incanalata nella giusta direzione: sto cercando di evolvere il mio stile di combattimento, onde evitare di trovarmi in difficoltà nelle varie fasi dell'incontro. In generale comunque focalizzo la preparazione tecnica sempre in funzione di quella che sarà la mia prossima avversaria.

La neonata divisione pesi mosca femminili UFC inaugurerà la sua nuova campionessa nella finale del TUF 26: nei tuoi obiettivi c'è già quello di arrivare alla cintura delle 125 libbre?

Quello sarebbe senza dubbio un obiettivo importantissimo. Voglio però rimanere con i piedi ben saldi a terra, lavorando un passo alla volta, un round alla volta. Non ti nascondo però che un pensierino in merito ce lo faccio...

Chiudiamo con una domanda un po' più leggera: come hai vissuto questi ultimi giorni a stretto contatto con gli impegni mediatici UFC? Quanta differenza c'è tra la promotion più importante al mondo e tutte le altre nelle attenzioni che riservano a voi atleti?

La differenza sta nell'organizzazione, tutta molto dettagliata e precisa. Dal vestiario ai tempi impostati, fino ad arrivare agli appuntamenti con i media. Senza dubbio si tratta di un bell'impegno prima di un incontro, specie se parliamo anche di test medici e controlli clinici. Detto questo, comunque, ne vale veramente la pena: è tutto molto entusiasmante e adrenalinico: tutte queste attenzioni mi rendono senza dubbio molto felice, ma poi bisogna comunque restare concentrati sul proprio obiettivo.

Ringraziamo Mara per la bellissima chiacchierata, oltre che per la disponibilità manifestata sia nel pre che nel post match. Vi ricordiamo che tutti i suoi incontri, così come quelli presenti in tutti gli eventi UFC, sono e saranno visibili in esclusiva italiana su FOX Sports, canale 204 di Sky.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.