Premier League, Benitez: "Metodico io? No, altrimenti a Istanbul..."

L’ex allenatore del Liverpool, eroe della storica finale di Istanbul, dà una definizione del proprio modo di essere allenatore: “Sono metodico, sì, ma sono anche un creativo".

280 condivisioni 14 commenti

di

Share

A piccoli passi, sognando in grande. Il Newcastle di Rafa Benitez continua il suo nuovo viaggio in Premier League. E l'ultima vittoria contro il Crystal Palace, proprio come ammesso dall'allenatore spagnolo, ha regalato ai Magpies tre punti davvero preziosi.

L'idea è chiara: il Newcastle e Benitez vogliono andare a vanti una partita alla volta. Un calcio semplice ma efficace. Pieno di voglia di stupire. E forte soprattutto dell'esperienza di un allenatore navigato, soprattutto in Premier League. Uno metodico, stratega, ma anche un professionista creativo. Parola di Rafa, sì.

In un'intervista esclusiva a Marca, infatti, Benitez è stato incalzato da una domanda che ha punzecchiato il proprio ego di allenatore: "Il calcio, spesso, appiccica delle etichette addosso a giocatori e allenatori, e lei è considerato un 'metodico': le dà fastidio questa definizione?'". Scopriamo assieme la risposta dell'ex allenatore del Liverpool.

Premier League, Benitez: "Sono un metodico creativo"

Ah, oltre alla curiosa intervista a Marca, Benitez è protagonista di un'ultima ora: l'allenatore spagnolo ha rotto con Manuel Garcia Quilon, l'agente che lo rappresentava da diverso tempo. Da quanto filtra dai media inglesi, dunque, questa interruzione del rapporto difficilmente permetterà a Rafa di tornare ad allenare in Liga. Intanto, però, scopriamo come lo stesso Benitez si definisce:

Non mi dà fastidio l'etichetta di "metodico", anzi. Però io sono molto altro. O meglio, sono metodico nel senso positivo del termine: esserlo non vuol dire rinunciare alla componente creativa. E se non fossi stato creativo non avrei di certo ribaltato lo svantaggio di tre gol nella finale di Champions League di Istanbul contro il Milan. Amo risolvere le situazioni complicate, voglio stupire e tirare fuori il meglio da ogni giocatore.

 

Intanto il suo Newcastle, con 14 punti, avanza al settimo posto della Premier League. Il campionato perfetto per la sua indole da allenatore. Calcio veloce ma difficile da costruire. Su misura per un metodico creativo come lui. E del Real Madrid, del suo passato blancos, cosa pensa Benitez?

Ogni dichiarazione sulla mia esperienza al Real verrebbe strumentalizzata. Voglio pensare solo alla Premier League, che è il miglior campionato al mondo perché è quello meglio strutturato. Certo, allenare la nazionale spagnola mi piacerebbe, ma ora penso solo a fare bene al Newcastle.

Benitez, dopo Liverpool e Tottenham, allena il terzo club più giovane della Premier. E per questo la sua esperienza potrà valorizzare ancor di più i suoi giocatori. Ma per essere un vincente, che caratteristiche deve avare un allenatore?

Chi vince tanti titoli, non è per forza il migliore. Ci sono allenatori di seconda divisione che hanno grandi capacità, ma non hanno le giuste possibilità per emergere. Con me, come miei assistenti, hanno lavorato diversi allenatori che ora stanno prendendo il volo: da Pecchia dell'Hellas Verona a Pellegrino del Southampton. Ma io stesso voglio continuare a migliorarmi. Sia da un punto di vista tattico che comunicativo.

Insomma, that's Benitez. Un allenatore vincente ed esperto. Pronto a scrivere pagine della storia del Newcastle. Ma soprattutto un gran metodico con la licenza di utilizzare la creatività per risolvere le situazioni più difficili. Parola di Rafa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.