Lipsia, finalmente torna Werner: in campo contro lo Stoccarda

Dopo quasi un mese Timo Werner torna a giocare titolare: l'ultima volta era stata nella partita in casa del Besiktas. A dimostrazione che non era uscito per i fischi...

452 condivisioni 2 commenti

di

Share

E c’era chi rideva. Perfino chi lo prendeva in giro. Timo Werner, si diceva, aveva avuto paura dei tifosi del Besiktas. Si era impressionato, intimorito. Troppo rumorosi i fischi dei turchi per resistere in campo. Si era fatto dare dei tappi per le orecchie e poi, dopo meno di 30 minuti dal fischio d’inizio, aveva chiesto il cambio.

La verità però è che Werner, simpatico a pochi in Germania, da quel giorno non ha più giocato. Solo 15 minuti martedì sera contro il Porto in Champions League, ma per il resto niente. E la gara del Lipsia a Istanbul è datata 26 settembre, cioè quasi un mese fa. Quello di Timo era quindi un problema molto più serio.

Durante la Confederations Cup, chiusa da capocannoniere, Werner si era fatto male in seguito ad uno scontro con un avversario. Una botta che però ha lasciato alcuni strascichi. Perché l’attaccante del Lipsia, da quel momento, ha sofferto di un blocco nei muscoli della colonna vertebrale a livello cervicale e dell’articolazione temporo-mandibolare. Il rumore (i fischi di Istanbul…) è un fattore di stress che può aumentare questo fastidio. Aveva un problema vero, non era intimorito.

Lipsia, Werner torna dal primo minuto

Ora però Werner è a disposizione. Curiosamente tornerà proprio contro lo Stoccarda, la squadra della sua città, la squadra nella quale è cresciuto. Se n'è andato un anno fa come promessa non ancora mantenuta, torna dopo una stagione col Lipsia da attaccante titolare della nazionale campione del mondo.

Vota anche tu!

Ti piacerebbe vedere Werner in Italia?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Mister Ralph Hasenhuttl è convinto che Timo abbia ormai superato i propri problemi personali:

Contro il Porto, quando è entrato, ha spinto molto. Non ha più problemi fisici ma non è ancora al 100% come qualche settimana fa.

Ci vuole solo un po’ di tempo. Poi sarà finalmente al top. E a quel punto sarà lui a tornare a ridere e a esultare.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.