Bundesliga, il Borussia Dortmund scricchiola: 2-2 con l'Eintracht

Dopo il ko con il Lipsia, le Vespe mancano ancora l'appuntamento con la vittoria: a Francoforte vanno in avanti 2-0 e si fanno recuperare. Il primo posto vacilla.

245 condivisioni 3 commenti

di

Share

Quattro minuti per infondere fiducia alle inseguitrici e proseguire in una settimana più grigia che giallonera. Se al 64' il Borussia Dortmund stava vincendo 2-0, al 68' è l'Eintracht Francoforte ad acciuffare un pareggio meritatissimo. Non bastano alle Vespe di Peter Bosz le reti di Sahin e Philipp: ci pensano Haller e Wolf a sbarrare la strada alla capolista.

Sabato scorso il ko interno con il Lipsia, martedì il deludente pareggio in Champions League in casa dell'Apoel Nicosia: alla Commerzbank-Arena, il Borussia manca per la terza volta in sette giorni l'appuntamento con la vittoria.

Ora il Lipsia insegue a una sola lunghezza di distanza: 20 i punti per i gialloneri, 19 per la diretta inseguitrice. E con il Bayern Monaco che può approfittarne in casa dell'Amburgo. Nel giro di una settimana, il trono delle Vespe non è più così solido. Merito di un Eintracht dal cuore enorme: anche sotto di due reti, gli uomini di Niko Kovac non ha mai smesso di crederci.

Bundesliga, Eintracht Francoforte v Borussia Dortmund: la sblocca Sahin

È la stagione del riscatto, del rilancio e si vede tutta: dopo il gol alla 2ª giornata contro l'Hertha, Nuri Sahin festeggia il suo secondo centro stagionale. Finalmente continuo, al centro del progetto di Bosz, il centrocampista turco prende per mano i suoi e sblocca il match: dopo 18 minuti di sostanziale equilibrio, il Borussia Dortmund è avanti. Sul tiro-cross di Bartra, il classe '88 brucia la difesa di casa e batte Hradecky: la zampata vale l'1-0 giallonero.

Il vantaggio ha però l'effetto di provocare la reazione veemente delle Aquile: in almeno due-tre occasioni, gli uomini di Kovac sfiorarono un pareggio tutt'altro che immeritato. Alla mezz'ora, tanto per fare un esempio, serve tutto la prontezza di Burki in uscita per sbarrare la strada a Wolf. La difesa delle Vespe regge, ma balla di brutto. E non potrebbe essere altrimenti: senza lo squalificato Sokratis e con i vari Toprak, Piszczek, Schmelzer, Guerreiro e Durm out, Bosz è stato costretto a spostare Bartra sulla destra e giocare la carta Weigl accanto a Subotic.

Eintracht dal cuore infinito

Lì davanti, invece, Aubameyang fa una fatica enorme a rendersi pericoloso: quando ci riesce, al 51', sballa totalmente la conclusione. Il gabonese rimanda così l'aggancio a Anthony Yeboah: 95 gol in Bundesliga lui, 96 per l'ex attaccante ghanese di Eintracht e Amburgo, recordman africano nel campionato tedesco. Al raddoppio ci pensa allora il vice capocannoniere del Borussia Dortmund: al minuto 57 Maximilian Philipp batte col mancino Hradecky e si regala il quinto centro stagionale. Partita chiusa? Nient'affatto.

Come già nel primo tempo, la rete subita scatena l'Eintracht: stavolta però i gol arrivano eccome. Il primo al 64': Burki stende in area Wolf, dal dischetto Haller fa 4 in campionato e riapre il match. Per il pareggio, basta aspettare cinque minuti: al 68' è lo stesso Marius Wolf a bruciare la "marcatura" di Philipp e battere il numero uno giallonero. È la prima rete in Bundesliga per il centrocampista classe '95, vale il definitivo 2-2 di una partita piena zeppa di emozioni. L'ultima nel finale (in cui esordisce il classe 2000 Sancho): Hasebe salva sulla linea la conclusione a botta sicura di Sahin. Il primo posto solitario del Borussia inizia a scricchiolare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.