Il PSG può vincere la Champions League? I numeri sono pazzeschi

È presto per dirlo, certo. Ma nessuno in Europa viaggia alla velocità della squadra di Emery: con questo rendimento, possiamo ancora essere scettici?

591 condivisioni 36 commenti

di

Share

"Eeeeeeh vabbè, ma siamo ancora a metà ottobre!". Giusto, per carità. "Sì, poi incontrano Barcellona o Real e vengono sbattuti fuori...". Può darsi, chi dice niente. Potete, anzi possiamo muovere qualsiasi obiezione all'idea che, sì, stavolta il PSG può davvero coronare il sogno inseguito ormai da sei anni: vincere questa benedetta Champions League. "Sono sempre quelli che si sono fatti eliminare dopo aver vinto l'andata 4-0": ecco, già questa osservazione decade di colpo. Neymar, Mbappé, Dani Alves? Sì, ci dicono qualcosa...

Da qui ad eleggere la squadra di Unai Emery a favorita assoluta, ce ne passa ancora. Considerarla una serie pretendente, invece no, non ci crea alcun problema. Innanzitutto perché ha vinto le prime tre partite del proprio girone, per la terza volta nella propria storia (1994/95 e 2013/14 i precedenti): passi per i successi prevedibili contro Celtic e Anderlecht (sì, ma non con 9 gol totali), ma il 3-0 rifilato al Bayern Monaco ancora fa rumore.

E poi ci sono i numeri. Impressionanti, pazzeschi, fantacalcistici: chiamateli come vi pare. Cifre da top club europeo, ma che il Paris Saint-Germain già lo fosse non è certo una novità. Cifre però che sono più simili a un rullo compressore, che spiana ogni ostacolo si trovi sulla propria strada. L'Equipe le ha raccolte dopo l'ennesima dimostrazione di forza, il 4-0 di Bruxelles in cui è andato a segno tutto il tridente (con la compartecipazione di Di Maria). Di fronte a questi numeri, rimanere indiffirenti rispetto alle credenziali dei parigini è sempre più difficile.

Champions League, i numeri del PSG sono impressionanti

Tanto per cominciare, il PSG ha già messo a segno 12 gol nelle prime tre giornate di Champions League: nessuno ha fatto meglio (Chelsea e Liverpool inseguono rispettivamente con 11 e 10 reti). Di questi dodici centri, nove portano la firma del tridente delle meraviglie: quattro gol Edinson Cavani, tre Neymar, due Kylian Mbappé. Bene, a parte Blues e Reds, nessuna squadra in tutta la competizione ha segnato di più. Questo significa che 29 club su 31 hanno realizzato meno marcature dei tre attaccanti di Parigi: Barça e Real Madrid (tanto per fare i due esempi maggiori) sono ferme a 7, le due di Manchester sono andate un pizzico meglio e sono a quota 8.

Champions League, il tridente del PSG ha già segnato 9 gol
Il tridente del PSG ha già realizzato 9 gol in Champions League: 29 squadre su 31 hanno segnato meno reti

Con queste premesse, non vi stupitere di certo a scoprire un altro record stagionale dei transalpini: con 43 gol stagionali, vantano il miglior attacco tra tutte e cinque le principali leghe europee. Vogliamo entrare ancora più nel dettaglio? Il Paris Saint-Germain ha segnato almeno 2 gol in 12 delle 13 partite disputate finora: l'unica eccezione, lo 0-0 con il Montpellier dello scorso 23 settembre. Amici di Montpellier, poi ci spiegate come avete fatto (non c'era Neymar non ci basta, su). Con un attacco così, un altro dato sembra quasi naturale: contro Celtic, Bayern Monaco e Anderlecht, gli uomini di Emery sono stati in vantaggio per 246 minuti sui 270 totali: predominio assoluto.

La prima pagina dell'Equipe dopo Anderlecht v PSG
La prima pagina dell'Equipe: per il PSG sembra davvero tutto facile

Record di squadra, record individuali: Cavani è il terzo giocatore ad andare in gol per sette partite consecutive nella massima competizione europea (prima di lui, solo Cristiano Ronaldo e Ruud van Nistelrooy), mentre Mbappé - considerando anche la scorsa stagione al Monaco - ha già segnato 8 reti nelle 9 gare da titolare disputate in CL: nessun under 20 era mai arrivato a tanto. Ok, che l'attacco è fortissimo l'abbiamo capito. Ma la difesa? In questo caso è sufficiente una sola statistica: 0 gol subiti nelle prime tre giornate. Indovinate un po'? È l'unica squadra con la porta ancora inviolata.

👐 Ambition 👊 Determination ✔️ Victory 🏆 #UCL #RSCAPSG

A post shared by Paris Saint-Germain (@psg) on

"Ma possiamo ancora migliorare"

Segnano più di tutti gli altri e non subiscono nulla: sono praticamente perfetti? No, ed è lo stesso Emery a chiedere ancora passi in avanti ai suoi. Ecco cos'ha dichiarato nel post partita di Bruxelles:

Dobbiamo ancora fare progressi a livello di collettivo, curare ancora di più i dettagli. Nel primo tempo non abbiamo avuto il pieno controllo del match e siamo stati sorpresi da alcune loro ripartenze.

Il "nostro" Marco Verratti gli ha fatto eco:

Non abbiamo giocato una partita così grandiosa, possiamo ancora fare meglio.

Non hanno giocato una partita grandiosa. E hanno vinto 4-0. Qual è il concetto di "partita grandiosa" che aleggia dalle parti degli Champs-Élysées, scusate? Questione di mentalità, si dirà. Vero. Ecco un altro motivo per cui il PSG deve essere considerata una delle candidate più credibili per la vittoria della Champions League. Che dite, quest'anno può farcela davvero?

Vota anche tu!

Il PSG può essere la favorita per questa Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.