WWE SmackDown, Kevin Owens e Sami Zayn: sono loro a ridere per ultimi

I due canadesi creano una nuova alleanza: ma Daniel Bryan non sembra così entusiasta e settimana prossima torna Shane McMahon.

Kevin Owens e Sami Zayn di nuovo amici a WWE SmackDown

91 condivisioni 2 commenti

di

Share

Direttamente dalla KeyArena di Seattle, a Washington, va in scena la nuova puntata di SmackDown, il roster blu della WWE. Si tratta di uno show che ovviamente risentirà ancora di quanto accaduto poco più di una settimana fa a Hell in a Cell.

Impossibile non partire dall'incredibile turn di Sami Zayn, che ha aiutato l’amico Kevin Owens a vincere con Shane McMahon nel main event del PPV all'interno della gabbia infernale. 

Proprio The Underdog from Underground aprirà la puntata, che vi racconteremo come sempre nella rubrica WWE-ek SmackDown a cura di FOX Sports, per parlare degli ultimi avvenimenti. In programma poi un annuncio importante del campione WWE Jinder Mahal in vista delle Survivor Series e la rivincita di Hell in a Cell tra Bobby Roode e Dolph Ziggler. Presente ovviamente anche il campione degli Stati Uniti, Baron Corbin, che se la dovrà vedere con un avversario ancora da decidere.

WWE SmackDown

Il primo a entrare nella KeyArena di Seattle è il general manager di SmackDown, Daniel Bryan, ancora scosso per il comportamento di Sami Zayn. The Underdog from Underground lo raggiunge sul ring e spiega di aver dimostrato negli ultimi 15 anni di essere un bravo ragazzo e che questo non è cambiato.

Gli dice che ha sempre lottato e si è allenato per cercare di raggiungere i livelli toccati dallo stesso Daniel Bryan, ma che ora non lo invidia assolutamente visto che si è dovuto ritirare, per il corpo a pezzi, facendo il general manager e la "casalinga”.

Li raggiunge anche Kevin Owens, che dà del patetico ipocrita a Daniel Bryan, supportato ancora una volta da Sami Zayn. L'amico ritrovato lo ringrazia per avergli consentito di aprire gli occhi e vedere come Daniel Bryan, che per anni ha combattuto l’autorità, ora rappresenti l’autorità. Il General Manager se ne va, spiegando di farlo per evitare di prendere entrambi a pugni in faccia.

Charlotte Flair, Becky Lynch e Naomi vs Natalya, Tamina e Lana

6-Women Tag Team Match

Si passa così al primo match della giornata, un 6-Women Tag Team Match che vede lo schieramento composto da Charlotte, Becky e Naomi, di fronte a Natalya, Tamina e Lana. L’incontro si conclude con la sottomissione (praticamente immediata) di Lana nella Figure Four di Charlotte. 

Al termine dell’incontro Natalya prova ad attaccare di nuovo la figlia di Rick Flair, portandola fuori dal ring e tentando di aggredirla con una sedia. Charlotte si riprende però in tempo e Natalya scappa tra il pubblico facendo perdere le sue tracce.

Charlotte, Becky e Naomi battono Natalya, Tamina e Lana.

Backstage

Daniel Bryan è di nuovo insieme a Kevin Owens e Sami Zayn, ai quali comunica che stasera faranno parte del main event in un Tag Team Match contro Shinsuke Nakamura e Randy Orton.

Subito dopo assistiamo alla prima puntata di Pulp Fashion, con Tyler Breeze (nei panni di Tyler Wallace) e Fandango. Una puntata che si conclude con la sparizione della valigetta...

Baron Corbin vs Sin Cara

Single Match

Il secondo match della serata è quello tra il campione degli Stati Uniti, Baron Corbin, e il suo nuovo sfidante, Sin Cara. Il messicano riesce un po’ a sorpresa a conquistare una vittoria per cont out, dopo aver spedito fuori dal ring The Lone Wolf e averlo colpito più volte con le sue eccezionali mosse acrobatiche dal paletto. Fortunatamente per Corbin, non si trattava dell’US Open Challenge.

Sin Cara batte Baron Corbin.

Backstage

Gli Usos vengono intercettati da Chad Gable e Shelton Benjamin, che cominciano a rappare come i due campioni di coppia. Poi fanno come per dargli la mano, ma quando Jimmy e Jey si avvicinano per ricambiare vengono fregati così…

L'annuncio di Jinder Mahal

Il campione WWE Jinder Mahal arriva sul ring insieme ai Singh Brothers, fresco del suo viaggio in India per celebrare il titolo. Il Maharajah spiega di aver sconfitto tutti quelli che contano a SmackDown, per cui ha un nuovo piano in mente in vista delle Survivor Series: sfidare il campione Universale Brock Lesnar, in un’epica sfida tra i detentori delle due cinture più importanti della WWE

Mahal viene interrotto da AJ Styles (intervistato la scorsa settimana da FOX Sports Italia), che dice di non essere mai stato battuto da lui. Comincia uno scambio verbale, che degenera poi in un Pelé Kick del Phenomenal sul campione. Subito dopo Jinder Mahal va a lamentarsi con Daniel Bryan e chiede che Sunil Singh possa affrontare AJ Styles la prossima settimana, Il GM accetta immediatamente.

Dolph Ziggler vs Bobby Roode

Single Match

Eccoci arrivati alla rivincita di Hell in a Cell tra Dolph Ziggler e Bobby Roode. Questa volta è più “furbo” The Showoff, che ricambia il favore e schiena Glorious aggrappandosi al suo costume.

Dolph Ziggler batte Bobby Roode.

Backstage

Aides English canta nel backstage, arriva il New Day come sempre fa un gran baccano. Sembrano dare fastidio a Rusev, visto che è il Rusev Day. Il New Day non sembra convinto ma decide di celebrarlo a suo modo. Il bulgaro dice che non si tratta di uno scherzo e ferma anche Aiden English che aveva iniziato a canticchiare una canzone in suo onore.

Shinsuke Nakamura e Randy Orton vs Kevin Owens e Sami Zayn

Tag Team Match

Siamo arrivati al main event della serata, il Tag Team Match tra i ritrovati amici Sami Zayn e Kevin Owens, contro la coppia composta da Randy Orton e Shinsuke Nakamura. I due canadesi sono più in sintonia, aiutandosi reciprocamente e sfruttando le distrazioni dell’arbitro, come quando Sami Zayn colpisce le parti basse di Randy Orton, dopo che Kevin Owens si era occupato di mettere fuori gioco il giapponese. 

Un’interferenza decisiva che consente a The Underdog from Underground di andare a segno con l’Helluya Kick e prendere così la vittoria.

Sami Zayn e Kevin Owens battono Randy Orton e Shinsuke Nakamura.

Al termine dell’incontro i due vincitori incontrano di nuovo Daniel Bryan e gli chiedono cosa abbia in mente adesso per loro, per tentare di metterli in difficoltà. Il General Manager risponde che adesso non è un suo problema, perché la prossima settimana tornerà Shane McMahon. E con le loro espressioni non proprio entusiaste, si conclude questa puntata di SmackDown.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.