Real Madrid: Florentino parla dell'ossessione di Cristiano Ronaldo

Il presidente del Real Madrid ha rivelato che il portoghese ha un solo obiettivo, vincere tutto, Pallone d'Oro, premi, titoli: "È un grande professionista".

1k condivisioni 21 commenti

di

Share

Parlare di Real Madrid senza parlare di Cristiano Ronaldo è impossibile di questi tempi. Non ha fatto eccezione, ovviamente, nemmeno il presidente del club Florentino Perez nell'intervista a 360 gradi che ha concesso oggi a El Español.

L'occasione era data dal premio Leon, conferito dal media iberico a Florentino, a Rafa Nadal e alla memoria di Ignacio Echeverria, il giovane turista spagnolo che fu assassinato in una colluttazione con uno dei terroristi che il 3 giugno scorso stavano compiendo un attentato a Londra.

Il presidentissimo ha spaziato sugli argomenti più diversi, dal calcio all'economia, dai temi sociali alla politica, rimanendo però molto cauto sull'evoluzione della crisi in Catalogna:

Premesso che sono concentrato sul Real, non posso fare a meno di pensarci, come tutti, ma ho fiducia nel governo e nei partiti costituzionali. Sono convinto che sapranno affrontare il problema nel migliore dei modi.

Real Madrid: Florentino svela l'ossessione di Cristiano Ronaldo

Concentrato sul Real Madrid, Florentino Perez ha poi parlato, appunto, di Cristiano Ronaldo, definendolo un modello, un esempio per tutti di professionalità, di attaccamento e dedizione ai colori del club:

Cristiano ha una vera e propria fissazione per il suo lavoro e un'ossessione per titoli e premi. Vuole vincere tutto, trofei, Palloni d'Oro... Del resto credo che vincerà almeno i prossimi due.

Cristiano Ronaldo col Pallone d'oro

Appassionati i toni con i quali il presidente del Real Madrid ha poi preso le difese di Cristiano Ronaldo a proposito delle sue controversie con la giustizia spagnola:

Lui ha la coscienza limpida e tranquilla di chi non ha fatto niente né ha nascosto alcunché.

Cristiano Ronaldo e Florentino Perez

Un accenno, infine, al Real Madrid del futuro e a colui che, almeno in tempi brevi non potrà farne parte:

Certo, anche noi avremmo voluto Mbappé, ci avevamo pensato. Il fair play finanziario? Noi lo rispettiamo e fino a prova contraria devo ritenere che lo stia facendo anche il Paris Saint-Germain che è un club amico e che non voglio criticare. Lui è un giocatore molto giovane, ha bisogno di giocare e nel Psg ha la possibilità di farlo.

Una stoccatina a denti stretti, che chiarisce quanto il Real avesse il francese nel mirino per una delle prossime sessioni di calciomercato.

Champions League 2017/2018: chi va in semifinale?

Vota

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.