Champions League, probabili formazioni Juventus-Sporting: c'è Dybala

La Joya torna dopo la panchina nella partita contro la Lazio. Cuadrado completa il quartetto con Mandzukic e Higuain, Sturaro farà il terzino destro.

275 condivisioni 5 commenti

di

Share

Secondo Allegri sarà l'incrocio decisivo per il passaggio del girone, Chiellini l'ha definito come un "sedicesimo di finale": quel che è certo è che la partita di stasera fra Juventus e Sporting Lisbona inciderà molto sul cammino in Champions League dei bianconeri.

Per i Campioni d'Italia non è un momento facile dopo la sconfitta all'Allianz Stadium contro la Lazio che ha scosso le certezze della Vecchia Signora. Ma il suo allenatore non ha voluto fare drammi in conferenza stampa, cercando di cancellare ogni negatività.

Questa sera però la Juventus non può sbagliare e Allegri si affiderà ai suoi fedelissimi per affondare lo Sporting Lisbona: dopo la panchina contro la Lazio, torna dal primo minuto Paulo Dybala, che andrà a comporre il tridente con Mandzukic e Cuadrado, dietro all'unica punta Gonzalo Higuain.

Massimiliano Allegri
Allegri si è detto sereno in conferenza stampa

Champions League, Juventus-Sporting Lisbona: Dybala dal 1'

Negli anni sulla panchina di Milan e Juventus, Allegri ci ha abituati a non perdere mai la serenità neanche nei momenti più difficili. E nella conferenza stampa di ieri l'allenatore livornese ha mantenuto questo atteggiamento, sottolineando come contro lo Sporting ci sia bisogno di una grande partita dei suoi giocatori, perché vincendo il doppio confronto ci sarebbe la sicurezza della qualificazione agli ottavi di Champions League.

La Juventus non è assolutamente in crisi. L’atmosfera è buona e da noi deve regnare equilibrio, non possiamo deprimerci per la sconfitta contro la Lazio. Lo Sporting non concede niente, per questo dobbiamo fare una grande partita sotto l'aspetto tecnico, tattico e mentale. Se vinciamo queste due siamo qualificati, altrimenti dobbiamo aspettare Barcellona e Olympiakos.

Allegri ha parlato anche del momento di Dybala che arriva a questa partita dopo aver sbagliato due rigori consecutivi contro Atalanta e Lazio. Il tecnico bianconero ha dichiarato di aver parlato con l'argentino e di non avere nessun dubbio sul suo utilizzo.

Con Paulo ho parlato ieri, anche nella gestione di se stesso deve arrivare un equilibrio, dopo le prime giornate è stato paragonato a Messi, ora è diventato scarso. Fa parte di un percorso di crescita, ma lo fortificherà perché è un ragazzo di grande carattere. Gioca e il rigorista rimane lui.

Jorge Jesus
L'allenatore dello Sporting Lisbona, Jorge Jesus

Jorge Jesus: "I bianconeri non hanno bisogno di presentazioni"

L'allenatore dello Sporting Lisbona, Jorge Jesus, ha aperto la sua conferenza stampa rispondendo a quanto detto dal suo collega poche ore prima: secondo il portoghese, la partita dell'Allianz Stadium sarà importante ma non decisiva ai fini del passaggio del girone di Champions League.

Non voglio escludere l'Olympiakos dalla rincorsa al secondo posto, ma la vittoria di Atene e la sfida di domani potrebbero aiutarci ad avvicinare questo obiettivo. Non credo che la partita di Torino sarà determinante, ce ne saranno altre tre.

Al tecnico dei lusitani è stato chiesto se ha pensato ad attuare una marcatura a uomo per Dybala come quella vista nella partita contro il Barcellona nei confronti di Lionel Messi. Jorge Jesus ha escluso questa possibilità.

Dybala è un grande giocatore ma Messi è Messi, non giocheremo allo stesso modo. Potrebbe esserci qualche marcatura diretta su di lui in alcune azioni, ma non come abbiamo fatto col Barcellona, avremo un atteggiamento diverso.

Le probabili formazioni

Per quanto riguarda le scelte dei due allenatori, sia la Juventus che lo Sporting Lisbona scenderanno in campo con il 4-2-3-1. I dubbi in casa bianconera sono pochi e riguardano principalmente il reparto difensivo: al centro, Benatia è favorito su Rugani per affiancare Chiellini, mentre Sturaro dovrebbe scendere nuovamente in campo nel ruolo di terzino destro, data l'assenza di De Sciglio e Howedes per infortunio. Tornano dal primo minuto anche Miralem Pjanic, che si è ripreso dagli acciacchi, e Alex Sandro.

Jorge Jesus  ha recuperato sia Coentrao che Doumbia, ma soltanto il terzino sinistro portoghese dovrebbe partire titolare. L'unica punta sarà Bas Dost, con alle spalle il tridente formato da Martins, Acuna e dall'ex Udinese Bruno Fernandes, che è già uscito vittorioso dallo Stadium due anni fa, quando vestiva la maglia dei friulani.

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Sturaro, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain.

Sporting Lisbona (4-2-3-1): Rui Patricio; Piccini, Coates, Mathieu, Coentrao; William Carvalho, Battaglia; Martins, Bruno Fernandes, Acuna; Dost.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.