Champions League, Pochettino: "Non potrei mai allenare il Barcellona"

L'argentino si gioca il primo posto nel Gruppo H in casa del Real Madrid. È l'occasione per parlare anche di Barça, di Guardiola e di Kane: "Può emulare Totti".

620 condivisioni 13 commenti

di

Share

Affronti il Real Madrid e ti chiedono del Barcellona. È la proprietà transitiva applicata dalla stampa madrilena: se hai giocato e allenato l'Espanyol, sei stato acerrimo rivale dei blaugrana. E, in fondo, ci stai anche un po' simpatico. Di certo, Mauricio Pochettino non ha deluso la sua platea: "Non potrei allenare il Barcellona". Tripudio. Anche perché, al Tottenham, ci sta benissimo ed è pronto a rimanerci per molti anni ancora. Novello Ferguson o Wenger, in pratica. Prima pensiamo al presente però: c'è in ballo il primo posto del Gruppo H.

Sei punti i blancos, altrettanti gli Spurs: il martedì di Champions League regala uno scontro diretto niente male. Il manager argentino sogna il colpaccio, quantomeno spera che - al termine del doppio confronto con il Real - il divario con il Borussia Dortmund (fermo al palo con zero punti) possa rimanere consistente.

Battere le merengues, poi, avrebbe per lui il sapore della prima volta: nei precedenti da allenatore dell'Espanyol, ne è sempre uscito con le ossa rotta. Terzo in Premier League - "primo" nel campionato virtuale senza le due di Manchester - Pochettino va ora a caccia della prima gioia contro la formazione di Zinedine Zidane. Proprio il tecnico francese, nella conferenza stampa pre partita, è stato riempito di complimenti dal collega e rivale di Champions League. Ma il passaggio fondamentale non può che essere quello sul Barça.

Champions League, Pochettino: "Mai al Barcellona"

Più di duecento presenze con la maglia dell'Espanyol, poi quattro anni sulla panchina dei Pericos: almeno metà del suo cuore batte ancora per i Blanquiazules. Per questo, l'idea di guidare un giorno i rivali di un tempo non lo sfiora neanche:

Cerco sempre di essere onesto, di non dire bugie. No, non potrei allenare il Barcellona.

E poi Mauricio, nel nord di Londra, ci si trova a meraviglia:

Sono felicissimo al Tottenham. Vorrei rimanere qui anche per quindici anni. Se il presidente Levy vuole, mi piacerebbe rinnovare il mio contratto (in scadenza nel 2021, ndr).

Champions League, Mauricio Pochettino sfida il Real Madrid
Mauricio Pochettino sfida il Real Madrid per il primo posto nel Gruppo H di Champions League

"Kane si è emozionato nel vedere l'ultima di Totti"

Rimanere a lungo, possibilmente a braccetto con Harry Kane. Quello di Pochettino per il simbolo degli Spurs è un vero e proprio invito a non lasciare mai la casacca dei Lilywhites:

Harry si è emozionato moltissimo nel vedere l'ultima partita di Totti con la Roma. Lui ha giocato solamente con una squadra e forse Kane potrebbe ripercorrere la stessa carriera di Totti.

Harry Kane
"Kane può ripercorrere la stessa carriera di Totti"

"Se non hai mai giocato al Bernabeu..."

Si affida al suo attaccante principe, il tecnico argentino, per provare a sbancare il fortino del Real in questa affascinante notte di Champions League:

Se non hai mai giocato contro di loro al Bernabeu, è come se non fossi stato battezzato.

Mauricio, di battesimi del fuoco, ne ha vissuti tanti. Sopratutto da giocatore:

Ricordo che nel 1995 fu l'ultima volta che l'Espanyol vinse qui e io giocavo ancora. Da allenatore non è stato un periodo particolarmente felice per affrontare questa squadra. Oggi è un capitolo differente. Vogliamo provare a realizzare grandi cose.

"Zidane, che leader!"

Come anticipato, il manager degli Spurs ha speso parole al miele per il rivale di stasera:

Chi è migliore di lui nel capire uno spogliatoio? Questa naturalezza, questa sicurezza rendono superfluo dire chi sia il leader.

"Con Guardiola caso chiuso"

Da Zizou a Guardiola, che aveva definito il Tottenham come "Harry Kane Team". "È stata una mancanza di rispetto", aveva già commentato piccato Mauricio. Ora la chiusura della polemica:

È un discorso chiuso, ho solo offerto la mia opinione sulle sue parole. Non cambia assolutamente l'ammirazione e il profondo rispetto che ho per lui come professionista.

Vota anche tu!

Il Tottenham può soffiare al Real Madrid il primo posto nel girone di Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.