Guardiola categorico: "Nessuno può essere paragonato a Messi"

De Bruyne sotto pressione, Guardiola sceglie di toglierlo dai riflettori a modo suo: "Nessuno può essere paragonato a Messi". Con buona pace del centrocampista belga

Guardiola sembra dire con gli occhi quanto sia forte Messi

951 condivisioni 12 commenti

di - | aggiornato

Share

Guardiola toglie dal cerchio magico dei riflettori il suo giocatore più esposto mediaticamente, Kevin De Bruyne. Il suo Manchester City macina gioco e risultati, ora deve ospitare il Napoli di Sarri, altra squadra che sta facendo stra-bene, 8 vittorie su 8, capace di distanziare la Juventus di ben 5 lunghezze. 

Il successo del Manchester City, secondo la maggior parte degli opinionisti britannici, si basa largamente sulle giocate e la qualità di De Bruyne. Il belga, secondo il Daily Mail, è un "giocatore totale" (una specie di figlio diletto del "calcio totale"), in Inghilterra ne tessono le lodi: "l'ispirazione dietro la maggior parte delle azioni", chiosa pomposo il Guardian. 

Il successo del Manchester City contro Sarri e il suo Napoli, maestoso in Serie A, dipenderà molto probabilmente da quanto effettivamente De Bruyne sarà ispirato. Il suo calcio in effetti, è passato da una fase decisamente poetica, figlia di un estro spesso estemporaneo, anche se magnifico, ad una continuità che Guardiola ha saputo suscitare. Ma il catalano è un osservatore attento di calcio, e sceglie un approccio diverso in conferenza stampa. Sceglie di mettergli davanti il sole, Leo Messi, semplicemente "non paragonabile". 

Guardiola su De Bruyne: "Solo Messi è il migliore, ma lui è uno dei migliori"

Forse per togliergli la luce da dosso, Guardiola tira fuori in conferenza stampa il sole di Messi. E il paragone continuo con il suo passato al Barcellona, che nella filosofia e mentalità di Guardiola sembra essere lontana anni luce, stavolta gli torna utile. E confrontarsi con il suo passato significa confrontarsi con Leo Messi. Ma certi livelli sono già riempiti da una sola, immensa figura calcistica, in certi cieli può brillare solo una stella: 

Vorrei che tutti i miei giocatori potessero raggiungere il livello di Messi, avremmo vinto molte partite, ma non metterò quella pressione su De Bruyne, è un grande giocatore e mostra sempre un sacco di umiltà, ma nessun confronto è possibile con Messi, è di un altro livello

Una comunicazione decisa: signori miei, mettete tutte le pressioni che volete, ma non quella di essere come Messi. La stessa pressione, soverchiante, che è stata caricata sulle spalle di Dybala, in Italia. E Guardiola sa quanto può essere decisiva in senso negativo. Il livello di gioco di De Bruyne è alto, altissimo, spesso raffinato, e si sposa alla perfezione con la macchina da guerra che l'allenatore ex Bayern ha messo su. 

In questa stagione il belga ha una percentuale di passaggi riusciti alta, altissima: 85%, con 26 occasioni create, 555 passaggi in 671 minuti giocati. Non solo: Pep si dilunga molto a parlare del Napoli di Sarri, come se volesse scacciare di nuovo ogni possibile discorso alternativo, come se non dovesse interessare lo zoom con cui tutti i media inquadrano De Bruyne: 

Mi insegna molto ogni volta che vedo la sua squadra, abbiamo bisogno del sostegno dei nostri tifosi per misurarci con il Napoli, è una grande squadra. Fanno molte cose e la maggior parte perfette, non verranno ad aspettare ma premeranno, sono dinamici e precisi in spazi ridotti e hanno molta qualità.  Se il presidente di Napoli vuole che io dica che loro sono un disastro, lo dirò

Chiude con un sorriso bonario, Guardiola, una concessione a De Laurentiis. Tutto, purché sulle spalle di un giocatore chiave pesi tutto l'insostenibile leggerezza dell'attenzione mediatica. Tutto, perché continui a girare e far girare il City, esattamente come sta facendo. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.