Valdano su Asensio: "Mi ricorda Messi quando gioca nell'Argentina"

Il giocatore del Real Madrid e quel paragone illustre con la stella del Barcellona: ma non è solo un complimento.

746 condivisioni 15 commenti

di

Share

Il paragone è illustre. E visto che a pronunciarlo è Jorge Valdano, allora fa ancora più rumore. Marco Asensio e Leo Messi sono stati affiancati dalla leggenda del Real Madrid, oggi opinionista tv di Bein Sports. Ne ha parlato durante il programma "El Transistor" di Onda Cero e le sue frasi hanno subito aperto il dibattito: realmente i due calciatori possono essere paragonati?

Messi è un fenomeno, forse il migliore di sempre nella storia del calcio. Ha segnato e sta continuando a segnare un'epoca insieme al suo rivale per eccellenza, Cristiano Ronaldo. Asensio è bravo, sì, ma ha 21 anni, è solo all'inizio della sua carriera, nonostante contro il Getafe sia già arrivato alla 50esima presenza con la maglia del Real Madrid.

Un bel gruzzolo di partite, nelle quali ha mostrato tutte le sue qualità: la capacità di rompere le difese con la sua velocità, di realizzare gol spettacolari, di colpire la palla con estrema facilità. È riuscito a emergere in una squadra piena zeppa di campioni come quella dei Blancos, grazie alla sue eleganza nel condurre il pallone, che probabilmente lo rende diverso dai suoi coetanei. Ma Messi, per ora resta un'altra cosa.

Valdano paragona Asensio a Messi
Marco Asensio e il paragone illustre con Leo Messi

Asensio come Messi?

Anche andando ad analizzare meglio le parole di Valdano e il paragone con Messi, scopriamo tra l'altro come non si tratti di un vero e proprio complimento, almeno non del tutto. Perché il concetto espresso dall'ex Real Madrid al suo interno contiene una tirata d'orecchie allo stesso Asensio.

Asensio illumina in ogni zona del campo. Mi ricorda un po' Messi quando gioca con la maglia dell'Argentina. Ogni volta che gli arriva il pallone ti dà l'idea che possa succedere qualcosa. Ma ci sono delle fasi in cui non si vede mai, perché la squadra non lo trova.

O lui si deve far vedere di più, insomma, o il Real Madrid lo dovrebbe cercare con più continuità. Esattamente come succede con Messi nell'Argentina. Sì, il paragone a primo impatto può apparire esagerato, forse un po' forzato. Ma rende bene l'idea di quelle che sono le aspettative nei confronti del prodotto del vivaio Merengues. E se lo dice una leggenda come Valdano, allora vale la pena almeno rifletterci su.

Vota anche tu!

Siete d'accordo con il paragone di Valdano? Asensio ricorda davvero Messi?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.