Ranking FIFA: l'Italia guadagna due posizioni e sale al 15° posto

Migliora il ranking FIFA dell'Italia in vista del sorteggio dei playoff per i Mondiali: gli Azzurri salgono al 15esimo posto e sono quindi ufficialmente teste di serie.

Lo staff dell'Italia

320 condivisioni 7 commenti

di

Share

Buone notizie per l'Italia di Giampiero Ventura. Nel ranking FIFA gli Azzurri hanno fatto registrare un avanzamento di due posizioni e si trovano ora al 15esimo posto. Un balzo in avanti non significativo ma comunque importante in vista del sorteggio dei playoff mondiali che vedrà la nazionale italiana tra le teste di serie.

Delle otto squadre che prenderanno parte ai sorteggi, la squadra di Ventura sarà quella con il ranking più alto di tutte: le possibili avversarie si chiamano Svezia, Grecia, Irlanda e Irlanda del Nord. Sulla carta Immobile e compagni partono chiaramente favoriti, anche se quanto visto nelle ultime partite non fa guardare il futuro con ottimismo.

Continua il dominio incontrastato della Germania che resta salda al primo posto del ranking FIFA a debita da distanza dal Brasile, l'unica sudamericana ad aver tenuto fede alle aspettative nel corso delle qualificazioni mondiali. Al terzo posto, con più di 150 punti di distanza, troviamo invece il Portogallo di Cristiano Ronaldo, che dopo la vittoria di Euro 2016 ha faticato e non poco per qualificarsi a Russia 2018. Completano la top 5 Argentina e Belgio.

Ventura in fibrillazione durante la sfida tra Spagna e Italia

Ranking FIFA: l'Italia è 15esima

Come detto l'Italia ha fatto un balzo in avanti di due posizioni nel ranking FIFA e ha superato le sudamericane Messico e Uruguay, tenendo anche lontano la Croazia di Luka Modric. Ma non è tempo di guardare le classifiche, Ventura è ben consapevole che dopo le recenti prestazioni deve dare un segnare forte agli spareggi: una mancata qualificazione a Russia 2018 sarebbe un fallimento di proporzioni catastrofiche.

Ventura parla con i suoi giocatori durante l'allenamento

Il pareggio per 1-1 contro la Macedonia e la successiva quanto sofferta vittoria ottenuta contro l'Albania, hanno scatenato una serie di infinite polemiche e lunghissime discussioni sulle effettive qualità dell'ex allenatore del Torino, che non sembra essere in grado di dare un'identità alla squadra dopo l'addio di Antonio Conte. Agli spareggi scatterà l'ora della verità. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.