Sorteggio playoff Mondiali Russia 2018: l'Italia trova la Svezia

Allo spareggio di novembre l'Italia si troverà di fronte la Svezia. Gli altri abbinamenti sono Irlanda del Nord-Svizzera, Croazia-Grecia e Danimarca-Irlanda.

La nazionale italiana

620 condivisioni 24 commenti

di

Share

14.10 - L'Italia giocherà la gara d'andata il 10 novembre a Stoccolma, il ritorno il 13 a San Siro. Di seguito il sorteggio completo dei playoff per i Mondiali di Russia 2018:

  • Irlanda del Nord vs Svizzera
  • Croazia vs Grecia
  • Danimarca vs Irlanda
  • Svezia vs Italia

14.09 - Estratta la Danimarca che pesca l'Irlanda. Sarà quindi Italia-Svezia: gli Azzurri giocheranno l'andata fuori casa. 

14.08 - Croazia-Grecia è il secondo abbinamento.

14.07 - Il sorteggio è iniziato! La prima estratta è l'Irlanda del Nord che pesca la Svizzera. 

13.49 - Manca ormai pochissimo al sorteggio dei playoff per i Mondiali di Russia 2018. Ricordiamo che l'Italia - inserita in prima fascia con Svizzera, Croazia e Danimarca - pescherà una tra Irlanda del Nord, Svezia, Irlanda e Grecia. 

Se l'Italia andrà a Russia 2018 lo scopriremo solo dopo i 180' dello spareggio che gli Azzurri dovranno disputare nella prima metà di novembre. Nonostante manchi ancora un mese, l'argomento playoff Mondiali è quanto mai caldo, visto che oggi conosceremo il nome del nostro avversario.

A Zurigo, alle ore 14, verranno infatti sorteggiati i quattro accoppiamenti da cui poi usciranno le ultime squadre europee qualificate a Russia 2018. L'Italia sarà testa di serie assieme a Svizzera, Croazia e Danimarca, in virtù del miglior piazzamento nel ranking Fifa.

La nostra avversaria sarà una tra Irlanda del Nord, Svezia, Irlanda e Grecia, tutte qualificatesi al playoff a scapito della Slovacchia di Marek Hamsik, unica eliminata tra le seconde squadre dei gironi per un solo punto.

Mondiali Russia 2018: l'ultimo scoglio dell'Italia

SveziaCopyright GettyImages
La nazionale svedese

La nazionale più insidiosa sembra essere la Svezia. I gialloblù di Janne Anderssen hanno fatto fuori l'Olanda piazzandosi dietro alla Francia, e anche senza Ibrahimovic possono contare su calciatori come Lindelof, Forsberg e Guidetti, oltre agli “italiani” Helander, Krafth e Rohden e agli ex Serie A Granqvist, Ekdal e Hiljemark. Il nostro ultimo precedente con gli scandinavi risale a Euro 2016, quando vincemmo grazie alla rete di Eder.

Irlanda del NordCopyright GettyImages
Una fase di gioco di Irlanda del Nord-Germania

È un po' meno recente, invece, l'ultimo incontro disputato con l'Irlanda del Nord: era l'11 ottobre del 2011 e la Nazionale di Prandelli superò 3-0 i britannici in una gara valida per le qualificazioni agli Europei in Polonia e Ucraina. Nel calcio sei anni sono tanti, basti pensare che in quell'occasione fu Antonio Cassano, con una doppietta, a trascinare gli Azzurri. Il ct Michael O'Neill ha raggiunto gli ottavi di finale dell'ultimo Europeo e adesso vuole fare il bis prendendo parte anche ai Mondiali, dopo trentadue anni dall'ultima partecipazione biancoverde.

GreciaCopyright GettyImages
La nazionale della Grecia

La Grecia è invece l'unica delle quattro a poter vantare in bacheca un trofeo internazionale, dopo essere salita sorprendentemente sul tetto d'Europa nell'estate del 2004. Gli ellenici hanno chiuso il girone di qualificazione alle spalle del Belgio nonostante i problemi iniziali che hanno portato alle dimissioni dell'ex commissario tecnico Markarian. Al suo posto è arrivato Michael Skibbe, il secondo ct tedesco della storia della nazionale greca dopo Otto Rehhagel. A livello individuale, tra le file dei biancoblù sono presenti il romanista Manolas, il marsigliese Mitroglou, due vecchie conoscenze come Sokratis e Karnezis e la stella dell'Olympiacos, Konstantinos Fortounis.

IrlandaCopyright GettyImages
Francia-Irlanda di Euro 2016

L'Irlanda, infine, è forse la selezione che ci conosce meglio, non solo per l'ultima gara datata giugno 2016. 'The Boys in Green' sono stati infatti guidati, fino al 2013, da Giovanni Trapattoni, con il quale hanno sfiorato la qualificazione ai Mondiali del 2010, venendo eliminati al termine di un criticatissimo playoff dalla Francia (ricorderete il fallo di mano di Henry in occasione del gol di Gallas, nei tempi supplementari). Sotto la guida di Martin O'Neill gli irlandesi sono arrivati agli ottavi di finale di Euro 2016, eliminati ancora dalla Francia. Dopo l'ultima competizione internazionale si è ritirata la leggenda Robbie Keane, che ha lasciato le principali responsabilità al centrocampista dell'Everton James McCarthy. La qualificazione a Russia 2018 sarebbe l'occasione perfetta per dimostrare la bontà della scelta dell'ex capitano.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.