Formula 1 Austin, settimana decisiva: Hamilton ha il primo match point

Nel prossimo weekend si vola negli Stati Uniti dove l'inglese può vincere il suo quarto Mondiale ai danni di Vettel. In casa Ferrari non mollano, ma il titolo è un miraggio.

Formula 1 Austin, Hamilton corre per il titolo

109 condivisioni 1 commento

di

Share

La lotta al Mondiale di Formula 1 è ormai compromessa. Lewis Hamilton ha il primo match point ad Austin, Sebastian Vettel sotto di 59 punti a 4 gare dal termine può solo pregare e sperare. Dopo Suzuka, i sogni della Ferrari sono definitivamente esplosi in mille pezzi. Un candela, una banale candela non si è accesa nel motore della SF70H di Seb. Tutto finito, o quasi.

In Texas la Rossa ci arriva con un carico di fiducia proveniente dalle parole di Arrivabene. Frasi positive di circostanza (“non è ancora finita”), la lotta è davvero dura. Serve che la sfortuna, magari, guardi un po’ nei box Mercedes. Negli ultimi 3 GP è arrivato solo un quarto posto in Malesia. Dodici punti in 3 domeniche è stato come dire a Lewis: "Prego, il titolo è tuo".

Le divisioni di colpe e di responsabilità si faranno quando la stagione di Formula 1 sarà finita. Questa è la settimana che porta dritta al GP di Austin: decisivo in un verso o nell’altro.

Formula 1, Vettel deluso
Formula 1, la delusione di Vettel dopo il forfait di Suzuka

Formula 1, Hamilton campione se...

La Ferrari vuole riscattarsi, a prescindere dalla lotta al Mondiale di Formula 1. In Texas, su uno dei tracciati di nuova generazione, serve la reazione d’orgoglio. E Lewis Hamilton? L’inglese potrebbe laurearsi campione in caso di vittoria, con Vettel sul traguardo non oltre il sesto posto.

Oppure Ham secondo, il tedesco decimo o più indietro e Bottas non primo. Combinazioni molto facili, il vantaggio in classifica è ormai talmente ampio che il pilota Mercedes appare tranquillo nei giorni della vigilia della corsa americana.

E a Stoccarda anche sono pronti a brindare. La Stella è regina incontrastata del Mondiale Costruttori: sono ben 145 i punti di vantaggio sulla Ferrari. Negli USA l’anno scorso fu proprio Hamilton a vincere (4 vittorie di cui 3 consecutive). Insomma, la festa sembra pronta, champagne già al fresco.

Ma contro tutto e tutti Sebastian Vettel vuole provarci. Dare il massimo in 56 giri e 308 chilometri. La missione più impossibile tra le impossibili. Il Team Principal Maurizio Arrivabene tiene altra la concentrazione:

Non ci arrendiamo, non abbiamo nulla da invidiare ai rivali della Mercedes. Non siamo inferiori, li abbiamo battuti, proviamoci.

Lewis Hamilton è pronto a raggiungere Vettel con il numero di Mondiali vinti: 4 a testa. Ad Austin o in Messico, in Brasile o ad Abu Dhabi. La Formula 1 pare già avere il suo nuovo padrone. Pochi giorni per trovare la conferma definitiva.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.