Atletica, maratona di Amsterdam: vince Lawrence Cherono in 2h05’09”

Il 29enne keniano ha vinto ad Amsterdam stabilendo il record del percorso con 2h05’09” in una gara di eccellente livello tecnico con ben 5 atleti al di sotto della barriera delle 2h06’.

Lawrence Cherono

19 condivisioni 1 commento

di

Share

Grande mattinata ad Amsterdam in una giornata perfetta per correre la maratona sul percorso veloce e affascinante lungo le rive del fiume Amstel. Lawrence Cherono ha migliorato di 12 secondi il precedente record della manifestazione detenuto lo scorso anno da Samuel Wanjiru, che si impose pochi mesi dopo alla Maratona di Londra lo scorso Aprile. 

Cherono si era già messo in luce lo scorso Aprile sempre su suolo olandese quando si classificò secondo alla maratona di Rotterdam in 2h06’21” La gara lanciata su ritmi molto veloci fin dalle fasi iniziali con passaggi di 14’56” al 5 km, di 29’52” al 10 km e alla mezza maratona in 1h02’50” si è decisa in volata all’interno dello Stadio Olimpico dei Giochi del 1928 quando Cherono ha lanciato l’attacco decisivo staccando il connazionale Norbert Kigen a 100 metri dalla fine. Kigen ha terminato al secondo posto a quattro secondi dal vincitore. Abraham Kiptum ha completato la tripletta keniana chiudendo in terza posizione in 2h05’26” davanti all’etiope Mule Wahisun (2h05’39”) e all’altro keniano Amos Kipruto (2h05’43”).

Abdi Nageeye ha vinto il titolo olandese con 2h08’16” migliorando il record nazionale detenuto da Kamiel Maase. Nella storia soltanto alla maratona di Dubai cinque atleti erano riusciti a correre al di sotto delle 2h06’ nella stessa gara. Con la vittoria ad Amsterdam Cherono ha conquistato il quarto successo su nove maratone disputate in carriera.

Lawrence Cherono
Lawrence Cherono

Atletica, Lawrence Cherono trionfa alla maratona di Amsterdam in 2h05’09”

Lawrence Cherono:

Sono contento del risultato. Nella prima parte della gara avevamo il vento in faccia ma dal 25 km è andato tutto bene. Ho cercato di spingere perché inseguivo un tempo veloce. Era difficile prevedere una mia vittoria perché il campo dei partenti era di ottimo livello ma oggi sono riuscito ad alzare il mio rendimento.

Mai così tanti atleti erano scesi al di sotto delle 2h06’ nella storia della maratona olandese sul velocissimo percorso situato sulle rive del fiume Amstel. Amsterdam è stata la seconda maratona della storia dopo Dubai a registrare cinque atleti al di sotto delle 2h06’. La ventiseienne etiope Tadelech Bekele ha rispettato il ruolo della favorita vincendo la gara femminile in un ottimo 2h21’54” stabilendo il secondo miglior tempo mai corso ad Amsterdam.

Tadelech Bekele
Tadelech Bekele

Bekele ha mancato di soli 45 secondi il record del percorso stabilito dalla connazionale Meseret Hailu. L’etiope ha preceduto di quasi tre minuti la keniana Gladys Chesir (2h24’51). Azmera Abreha ha completato il podio classificandosi terza in 2h25’23” davanti a Viola Kibiwot, atleta dall’ottimo passato in pista con due quarti posti sui 5000 metri ai Mondiali di Mosca 2013 e di Pechino 2015. L’italiana Giovanna Epis si è ben comportata classificandosi nona in 2h32’31” dopo un passaggio alla mezza maratona in 1h15’49”.

Tadelech Bekele:

È andato tutto bene fino al 35 km ma successivamente ho avuto problemi di stomaco. Sono comunque contenta del risultato”, ha dichiarato dopo la gara Bekele.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.