Serie A, Icardi da impazzire nel derby: le pagelle di Inter-Milan

Derby memorabile, ma alla fine a ridere sono i nerazzurri: il 3-2 firmato da una tripletta del capitano lancia Spalletti all'inseguimento del Napoli, mentre affonda il Diavolo.

Icardi Inter

2k condivisioni 21 commenti 5 stelle

di

Share

Quello che Sampaoli lascia in panchina per far giocare Benedetto, quello che nei derby non segnava mai, ma che ora non si ferma più. Erano oltre cinque anni che qualcuno non segnava una tripletta in un derby, mister Triplete Diego Milito, ed è quasi simbolico il fatto che fosse presente ad assistere allo show di Mauro Icardi. Se l'Inter oggi può flirtare con sogni arditi, che vanno oltre la zona Champions League indicata da tutti come obiettivo massimo raggiungibile dai nerazzurri, lo deve alla spietatezza del suo centravanti: tre gol, di cui due da fenomeno dell'aria di rigore, tre coltellate al cuore di un Milan pasticcione, generoso e sfortunato, che rimonta per due volte, con Suso e Bonaventura, ma che alla fine è costretto a piegare le ginocchia, schiacciato dalla terza sconfitta consecutiva - quella che fa più male - e da una classifica che ora si fa angosciante (decimo posto e -10 dai cugini). 

Derby, le pagelle di Inter v Milan

Inter (4-2-3-1): Handanovic 7; D'Ambrosio 6,5, Skriniar 6,5, Miranda 5,5, Nagatomo 5,5; Gagliardini 5,5, Vecino 7; Candreva 7 (28' st Joao Cancelo 5), Borja Valero 6 (40' st Eder sv), Perisic 6,5; Icardi 9. A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Karamoh, Santon, Dalbert, Pinamonti. All.: Spalletti 6,5

Milan (3-5-2): Donnarumma 5,5; Musacchio 6, Bonucci 5, Romagnoli 5,5 (33' st Locatelli 6); Borini 6,5, Kessie 6 (1' st Cutrone 6,5), Biglia 5, Bonaventura 6,5, Rodríguez 5; Suso 6,5; A. Silva 6. A disp.: Storari, A. Donnarumma, Paletta, Zapata, Calabria, Abate, Gómez, Mauri, Gabbia, Montolivo. All.: Montella 6

I migliori

Mauro Icardi 9

Mauro IcardiGetty
Icardi esulta, per lui e per l'Inter una serata da sogno

E cosa vuoi dire a uno che segna tre gol nel derby, di cui due da predatore autentico? Che dovrebbe partecipare di più alla manovra? Che dovrebbe tenere più palloni quando i compagni boccheggiano? Sciocchezze, fanfaluche, pinzillacchere. Mauro Icardi fa il centravanti e lo fa meglio di tutti, almeno nel nostro campionato, basti guardare il movimento sulla rete che ha indirizzato la gara: lettura perfetta dell'azione, taglio violento alle spalle del distratto Bonucci e tocco rapace alle spalle di Donnarumma. E quando sei così forte rischi di segnare anche quando svirgoli il pallone, com'è accaduto in occasione del 2-1. In entrambi i casi, va detto, Icardi ha anche goduto di una libertà che una difesa seria non dovrebbe concedere a Nagatomo, figuriamoci a lui. Glaciale sul rigore allo scadere, quando si è preso, oltre al derby, lo scalpo di quel Gigio Donnarumma che lo aveva ipnotizzato dal dischetto in un derby di due stagioni fa. 

Samir Handanovic 7

La novità di serata è che stavolta subisce gol, anzi due: non era più abituato. Ciò che non cambia è il suo saper essere sempre decisivo in questa Inter che viaggia a velocità insospettabili. Anche stasera, in quella che inevitabilmente passerà agli archivi come la notte di Icardi, la giocata più importante la fa lui, quando con un riflesso felino toglie dalla porta un diagonale velenoso di Bonaventura. Il Milan aveva appena pareggiato e quello sarebbe stato il gol del 2-1. Sulla ripartenza, è arrivata la seconda rete del capitano. E non vanno dimenticati altri due interventi fondamentali su Borini e Suso.

Borini 6,5

Il fatto che il migliore del Milan sia l'acquisto più spernacchiato della sua campagna rafforzamenti la dice lunga sul momento che sta vivendo la squadra rossonera, abbandonata più che mai da quelli che avrebbero dovuto essere i suoi fari, in campo e fuori. L'ex Southampton non ha il pedigree da derby né la caratura tecnica, ma il cuore, quello sì: nel primo tempo è l'unico a provarci, nella ripresa toglie a Candreva lo scettro di miglior cross di serata, imbeccando Bonaventura per il momentaneo 2-2. Ara la fascia fino all'ultima goccia di sudore e chiude da terzino destro in una difesa a 4. 

I peggiori

Bonucci 5

Leonardo BonucciGetty
Altra notte da dimenticare per Leonardo Bonucci

Gioca meglio di altre volte, almeno per ciò che riguarda la conduzione delle operazioni in difesa. Nessun errore in palleggio, spesso positivo in anticipo sui palloni lunghi dell'Inter. Piccolo particolare: a un difensore centrale è richiesta una certa attenzione al centravanti avversario, soprattutto se si chiama Icardi. Avrebbe dovuto trovarsi a meno di tre metri dall'argentino in occasione delle prime due reti, sempre che non sia chiedere troppo. Il Milan affonda, tradito anche dal suo capitano appena salito sulla nave. 

Rodriguez 5

Candreva lo fa ammattire per 45', poi finisce il fiato e lo svizzero può mettere fuori il naso nella sua metà campo preferita, quella offensiva. Non sarebbe abbastanza a garantirgli una sufficienza, visto che non azzecca un cross, ma nel finale salva alla disperata su Eder: proprio quando il 6 tondo sembra cosa fatta, ecco che sul corner seguente Rodriguez abbraccia inutilmente D'Ambrosio, che non sarebbe mai arrivato sul pallone spizzicato da Perisic, omaggiando l'Inter di un rigore allo scadere. 

Biglia 5

L'unica giustificazione che riusciamo a trovargli è la fatica dovuta al doppio match ad altissima tensione con la sua nazionale, e al conseguente fuso orario. Ma da uno con quella classe e quella esperienza è lecito attendersi partite di tutt'altro spessore e personalità. Nel primo tempo resta schiacciato sulla trequarti difensiva, e nonostante ciò Borja Valero gli sguscia via da tutte le parti. Meglio nella ripresa, quando Montella suggerisce ai suoi che per pareggiare serve tirare in porta, ma è nel momento migliore suo e del Milan che arriva l'erroraccio che taglia le gambe alla remuntada rossonera, quella palla persa sanguinosa che innesca il contropiede del 2-1 nerazzurro. Un altro (presunto) leader che sta mancando all'appello.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.