La partita di Cristiano Ronaldo tra sosia, errori e il ritorno al gol

Il portoghese si sblocca in Liga all'ottava giornata: prima un errore madornale e l'incontro con un altro CR7 che ha invaso il campo.

881 condivisioni 0 commenti

di

Share

Si è scrollato di dosso un bel fardello, Cristiano Ronaldo. Per uno come lui era strano, molto strano, essere ancora a secco in Liga dopo sette giornate di campionato. Certo, le prime quattro le aveva dovute saltare per via della squalifica rimediata in Supercoppa di Spagna, ma contro Betis, Alaves ed Espanyol, era sceso in campo regolarmente senza riuscire mai a entrare nel tabellino marcatori.

Un'anomalia per uno come lui, che in compenso è già a quota 4 in Champions League dopo appena due partite. Ma quei 270 minuti di astinenza nel campionato in corso erano comunque tremendamente pesanti per un giocatore alla costante ricerca di record.

Ne sono serviti altri 85 di minuti per farlo sbloccare e regalare al Real Madrid la vittoria a tempo scaduto, un po' troppo sofferta, sul campo ostico del Getafe. Al suo 28esimo tiro stagionale in campionato, Cristiano Ronaldo è tornato a dire la sua pure in Liga: adesso è a -10 dal Pichichi Leo Messi, già a quota 11. Un'impresa impossibile per tutti raggiungerlo, non per il vincitore delle ultime due edizioni del Pallone d'Oro, forse.

La giornata particolare di Cristiano Ronaldo

Con questo gol è riuscito a spezzare una specie di maledizione che lo aveva accompagnato anche nel corso della stessa partita del suo Real Madrid con il Getafe: prima di questo suo 28esimo tiro stagionale, quello decisivo per il ritorno al gol, Cristiano Ronaldo aveva sbagliato un'occasione clamorosa.

Era il 73' e dopo un calcio di punizione dalla trequarti battuto da Kroos, il pallone deviato dalla difesa dei padroni di casa era finito lentamente verso Cristiano Ronaldo, che da un metro, a porta vuota, ha incredibilmente spedito a lato. Subito dopo si è appoggiato al palo, disperato.

Non sembrava lui, come se in campo fosse rimasto il suo "sosia", quello che intorno al 20' aveva invaso il campo, vestito esattamente come CR7, per abbracciare il suo idolo, prima di essere portato via dalla polizia. In molti dopo quel gol sbagliato hanno pensato che per errore le forze dell'ordine avessero portato via quello vero. Poi però, all'85', il Pallone d'Oro in carica ha ricordato a tutti chi è. Una giornata molto particolare, sì. Ma che per Cristiano Ronaldo significa l'inizio della rincorsa a Leo Messi.

Getafe vs Real Madrid, il sosia di Cristiano Ronaldo
Il sosia di Cristiano Ronaldo durante la partita Getafe vs Real Madrid

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.