FIFA 18, l'analisi del gioco di Wendell Lira: "Pelé è assurdo"

Il premio Puskas 2015 è impressionato da O'Rey e fa la sua recensione del nuovo titolo calcistico della EA Sports.

251 condivisioni 3 commenti

di

Share

Da quando Wendell Lira è diventato un videogiocatore professionista, l'opinione dell’ex calciatore brasiliano, nonché vincitore del Premio Puskas 2015, ha sicuramente un certo valore nell'ambiente.

Lo youtuber, esperto di FIFA 17, si è preso un po’ di tempo prima di dare il suo giudizio anche sul nuovo titolo della EA Sports, FIFA 18, uscito a livello globale lo scorso 29 settembre. 

Il suo giudizio ora è arrivato, attraverso delle dichiarazioni rilasciate e un evento degli E-Sports nello stato brasiliano del Minas Gerais, ed è entusiasta di quello che ha potuto vedere giocando a FIFA 18. Wendell Lira ha posto l’accento sui miglioramenti dal punto di vista del realismo dell’esperienza di gioco, ma anche sulla possibilità di giocare con le nuove Icone.

FIFA 18, il giudizio di Wendell Lira

Il primo aspetto sul quale Wendell Lira si sofferma sono proprio le innovazioni dal punto di vista del realismo, che hanno reso il gioco ancora più simile alle partite di calcio vere:

Rispetto a FiFA 17, su FIFA 18 si riescono a fare triangoli più belli, il movimento è più naturale e i lanci sono più reali anche per gli schemi. Quindi sembra come il calcio vero. Sicuramente è uno dei migliori giochi mai usciti e ha già superato il suo predecessore.

Altro elemento che ha colpito Wendell Lira è stata la possibilità di utilizzare le nuove Icone presenti su FIFA 18. In particolare quelle di due suoi connazionali:

Ho giocato con loro perché a Fifa è possibile provare i giocatori per poi comprarli. Ho giocato con Pelé ed è stato sensazionale. Ho preso anche con Ronaldo, il Fenomeno, ed è veramente forte, ma Pelé è assurdo, di un altro pianeta. Adesso comincerò a mettere insieme i crediti per poterlo comprare nella mia squadra.

Infine ha parlato dei suoi progetti futuri e della sua corsa verso il Mondiale di FIFA 18:

FIFA 17 è stato meraviglioso per me, mi sono qualificato in vari campionati regionali, purtroppo non sono riuscito a fare lo stesso per i Mondiali, perché avevo una conferenza nello stesso giorno dell'evento a Berlino. FIFA 18 è migliore, sto già disputando campionati sebbene sia uscito solo 2 settimane fa: uno di questi è un campionato regionale online, che dà anche un posto per i Mondiali.

E se gioca come quella volta in cui ha rifilato un 7-1 al campione tedesco, allora avrà buone possibilità di riuscirci...

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.