Cile, Sampaoli: "A Vidal piace troppo bere, ha bisogno di un medico"

Un giornale cileno rivela delle vecchie dichiarazioni dell'ex ct della Roja sui suoi giocatori: "Arturo non si controlla. Pinilla? Se lo nominano, penso alle feste".

1k condivisioni 37 commenti 0 stelle

di

Share

Dopo la mancata qualificazione per i Mondiali di Russia 2018, la Nazionale cilena è finita al centro di critiche asprissime, partendo dai giocatori fino ad arrivare al ct Juan Antonio Pizzi che si è dimesso dal ruolo di selezionatore tecnico.

Una delle accuse più pesanti è arrivata dalla moglie di Claudio Bravo, portiere e capitano della Roja, che poche ore dopo la sconfitta contro il Brasile, costata l'accesso alla Coppa del Mondo, ha imputato l'eliminazione alla scarsa professionalità di alcuni giocatori del Cile, rei di pensare troppo alle feste e all'alcol durante i ritiri.

A rincarare la dose su questo fronte sono state delle vecchie dichiarazioni dell'ex commissario tecnico cileno Jorge Sampaoli (dimessosi dalla panchina della Nazionale all'inizio del 2016) che, secondo i media sudamericani, due anni parlò così di Arturo Vidal.

Arturo Vidal
Sampaoli parla di Vidal

Cile, Sampaoli: "A Vidal piace troppo bere"

Le dichiarazioni di Sampaoli sono state pubblicate dal periodico Las Ultimas Noticias e risalirebbero al 2015. Le critiche del tecnico riguardavano principalmente l'ex centrocampista della Juventus, che secondo il ct dell'Argentina avrebbe un serissimo problema con l'alcol.

Credo che Vidal abbia bisogno di un medico specialista. Gli piace troppo bere e non riesce a controllarsi. Una volta mi chiese su un aereo se potesse bere una birra che poi scoprii essere del whisky procurato grazie all'aiuto dell'autista del nostro pullman.

Ma Sampaoli non si limitò a parlare di Vidal: le accuse dell'allenatore che sulla panchina del Cile ha conquistato la Copa America nel 2015 riguardavano molti dei calciatori che componevano in quel periodo il gruppo della Nazionale.

Alcuni giocatori come Vargas peggiorano ad ogni convocazione, altri come Mati Fernandez non rendono come dovrebbero in Nazionale. Se sento il nome di Pinilla mi vengono in mente solo le feste a cui partecipa.

Secondo il giornale cileno, queste dichiarazioni furono chiuse da un avvertimento nei confronti di Vidal e compagni, che alla luce di quello che è successo in queste qualificazioni ai Mondiali suona ora come una profezia.

Se continuiamo in questo modo e non facciamo dei drastici cambiamenti, sarà molto difficile per il Cile raggiungere il Mondiale in Russia.

E infatto il Cile non ha ottenuto il pass per Russia 2018, perdendo malamente 3-0 col Brasile e salutando in largo anticipo la competizione. 

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.