Paris Saint-Germain, il presidente Al Khelaifi indagato per corruzione

L'accusa è di aver condizionato le aste per i diritti tv dei Mondiali, con la complicità dell'ex segretario generale della Fifa Jerome Valcke

Nasser Al Khelaifi

530 condivisioni 25 commenti 0 stelle

Share

Il presidente del Paris Saint-Germain Nasser Al Khelaifi è indagato in Svizzera per corruzione nell'ambito dell'acquisto dei diritti TV per i Mondiali. Secondo quanto riporta Repubblica.it, il patron dei parigini è accusato di aver condizionato l'esito delle aste con la complicità dell'ex segretario generale FIFA, Jerome Valcke. Si parla di presunte tangenti per favorire l'emittente qatariota beIN Sports, di cui Al Khelaifi è presidente e amministratore delegato.  

Paris Saint-Germain, il presidente Al Khelaifi indagato per corruzione in Svizzera

Di seguito la nota diffusa dalle autorità svizzere:

Il 20 marzo 2017 il Ministero pubblico della Confederazione ha avviato un procedimento penale nei confronti di Jerome Valcke, ex segretario generale della Fifa, e del direttore della Bein Media Group Llc, Nasser Al-Khelaifi, e di un uomo d'affari nel campo di diritti sportivi, per titolo di corruzione di privati, truffa, amministrazione infedele e falsità in documenti.

L'accusa che pende su Valcke è invece di avere accettato indebiti vantaggi in relazione all'aggiudicazione dei diritti di trasmissione in alcuni Paesi dei Mondiali per gli anni 2018, 2022, 2026 e 2030 (Al Khelaifi per i diritti tv dei Mondiali del 2026 e 2030). "Nessuno - specificano le autorità svizzere - si trova in detenzione preventiva. Per gli imputati vige la presunzione d'innocenza".

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.