Real Madrid, infortunio Carvajal: il terzino è guarito, ma serve tempo

Il terzino spagnolo ha recuperato dalla miopericardite che lo ha costretto a fermarsi il 30 settembre scorso: lo staff medico è cauto, si teme una recidiva.

Dani Carvajal

727 condivisioni 10 commenti 5 stelle

di

Share

Carvajal sta meglio. Il terzino è in fase di guarigione e Zidane presto riavrà lo spagnolo a disposizione. Il virus che ha causato la pericardite del 25enne è già scomparso: il trattamento di antinfiammatori e aspirina ha funzionato alla grande. Tuttavia non è ancora pronto per tornare in campo, nemmeno per allenarsi. Lo staff medico del Real Madrid è cauto e non vuole forzare il rientro in gruppo di Carvajal. Non è stata fissata nessuna data, ma sembra più vicino del previsto.

Un'assenza pesante per i blancos. Carvajal non si allena dallo scorso 30 settembre, giorno in cui il Real Madrid ha diramato il bollettino in merito alle condizioni dell'ex calciatore del Bayer Leverkusen:

Gli esami effettuati hanno evidenziato un processo di tipo virale con infezione al pericardio.

La sosta per le nazionali ha permesso al terzino di guarire, anche se con tutta probabilità Zidane dovrà rinunciare a lui per il prossimo tour de force che attende il Real Madrid: cinque partite in 15 giorni. Si comincia sabato 14 in casa del Getafe e si termina domenica 29 nello stadio del Girona. In mezzo la partita di Champions League contro il Tottenham (17), la nona giornata di Liga con l'Eibar (22) al Santiago Bernabeu e il match di Coppa del Re nella vicina Fuenlabrada (26), club di terza divisione.

Real Madrid, Carvajal verso il recupero

Originariamente sembrava che i tempi di recupero fossero intorno alle sei settimane. La miopericardite è un'infiammazione del rivestimento del cuore che si verifica principalmente in soggetti giovani e proviene dalle infezioni virali. Una volta debellato il problema, i medici raccomandano di attendere prima di riprendere gli allenamenti: uno sforzo nell'immediato può causare aritmie e una recidiva, se non addirittura conseguenze peggiori (versamento pericardico o la comparsa di liquido intorno al cuore).

Dani Carvajal e Zinedine Zidane

Cautela necessaria da parte dello staff di Zidane, che nel match contro l'Espanyol ha impiegato il giovane Achraf nel ruolo di terzino destro. Un problema, quello di Carvajal, che ha riportato alla memoria quello di Aitor Karanka quando giocava nel Real Madrid. L'ex calciatore spagnolo, all'età di 24 anni, ha sofferto di una forma acuta di miopericardite che lo tenne lontano dal terreno di gioco per quattro mesi. In quell'occasione infatti il virus si era dimostrato resistente alle cure, ma non è il caso di Carvajal, che presto potrebbe tornare ad allenarsi. Zidane e il Real lo aspettano a braccia aperte.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.