Kevin Lee sul taglio del peso a UFC 216: "Non sapevo nemmeno dov'ero"

Kevin Lee racconta le ore drammatiche del taglio del peso per il suo match titolato a UFC 216 contro Tony Ferguson. Il processo è pericoloso, categoria welter in vista?

UFC, Kevin Lee

235 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Il taglio del peso - è ormai cosa nota, specie nelle ultime uscite - è una delle pratiche più pericolose e faticose per i fighter. A UFC 216, Kevin Lee, contendente al titolo ad interim dei pesi leggeri, è arrivato stremato al momento limite della pesata, dopo aver fallito una prima volta.

Per tagliare l'ultima libbra, Lee ha avuto serie difficoltà e ha dichiarato di essere arrivato addirittura a rischiare la propria vita. Oltre alla battaglia col peso, il Fenomeno di Motown ha dovuto anche combattere una guerra con un'infezione da stafilococco, ben visibile sul suo petto.

Lee ha ammesso che tutta la procedura ha messo a repentaglio la sua salute e ha voluto discuterne in maniera più precisa da ospite al podcast di Chael Sonnen.

UFC, Kevin Lee
Kevin Lee festeggia la vittoria su Michael Chiesa

UFC 216, Kevin Lee e la difficoltà nel taglio del peso

Il problema taglio non nasce certo oggi. I casi di perdita dei sensi, di impossibilità a competere in maniera ottimale sono molteplici, si ricorderà fra le altre quella accaduta in occasione del rematch fra Renan Barao e T.J. Dillashaw: il brasiliano svenne durante la procedura. Anche il russo Khabib Nurmagomedov, che fu colpevole di aver fatto saltare l'ultimo tentativo di organizzazione del suo match contro Tony Ferguson, fu costretto ad affrontare le cure ospedaliere a causa di un taglio drastico.

Il taglio del peso - ha dichiarato Lee a Sonnen, ex fighter UFC - non è partito male. Normalmente durante la settimana del match sono sulle 176 libbre e devo perderne 20. Stavolta erano 21 (per i match col titolo in palio, la libbra di tolleranza non è ammessa, ndr). Conosco bene la procedura, so come fare, stavo seguendo il programma. Tutto stava andando per il meglio. Non inizio il taglio dei liquidi prima delle 22:00, stavolta però abbiamo iniziato il processo alle 17:00 per dare al mio corpo più tempo. Vado a dormire solitamente più o meno con un peso di 165 libbre, stavolta mi aggiravo sulle 161. Mi sono svegliato alle 05:00, ero di buonumore. Pensavo che tutto stava andando per il meglio. Dovevo tagliare solo sei libbre. Normalmente ne taglio nove. Credevo sarebbe andata alla grande e così l'ho presa un po' alla leggera. 

Nelle prime tre ore, Lee ha dichiarato di aver perso appena una libbra. Con un'ora sul cronometro e cinque libbre da tagliare, per il Fenomeno di Motown si prospettava una mattinata difficile. Alle 10:30 il medico fa visita a Kevin. Il weigh-in è alle 11:00, ma c'è ancora una libbra e mezza da tagliare. Kevin è impaurito, si augura addirittura che la bilancia non funzioni. Lee si presenta a 156 libbre sulla bilancia. Essendo nelle due libbre di tolleranza dall'obiettivo, ottiene un'ora in più dalla Commissione Atletica del Nevada. E qui arriva la parte preoccupante: appena gli viene chiesto come ha fatto a perdere il resto del peso, Lee è spaesato, non ricorda.

Nell'ora in cui avrei dovuto tagliare l'ultima libbra, non sapevo come avrei dovuto fare. Non sapevo nemmeno dov'ero. In quello stato, la mente si rifiuta di lavorare. Non ricordo molto, non lo so. Ero totalmente assente, ho lasciato che i miei coach facessero il lavoro per me. Una volta raggiunto il peso, mi sono seduto. Ero esausto. Non mi ero mai sentito così in vita mia. Ero davvero stressato. 

UFC, Tony Ferguson, nuovo campione ad interim
Tony Ferguson ha battuto Kevin Lee a UFC 216, divenendo nuovo campione ad interim dei pesi leggeri

Alla fine Lee ha raggiunto il peso di 154.5 libbre, ma al momento del match il suo peso si aggirava intorno alle 183 libbre. Anche Lee si è descritto come "un po' appesantito". In molti sono convinti che avendo tagliato più di 30 libbre e avendo anche patito l'infezione, la prestazione del Fenomeno di Motown non sia stata ottimale. Cosa accadrà adesso a Kevin Lee? Un eventuale passaggio ai pesi welter? UFC considererà altre categorie di peso?

Vedremo. Ho fatto quattro match quest'anno. Ho sforzato molto il mio corpo. Mi serve un po' di tempo, vedremo che succederà alla divisione. McGregor combatterà contro Diaz? Oppure contro Tony? Faranno una categoria al limite delle 165 libbre? Chi ci sarà? Chi saranno i migliori? Ho messo sotto sforzo il mio corpo - ha concluso Lee - e adesso mi serve del tempo per riposare.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.