Bayern Monaco, ora Muller difende Ancelotti: "Non è stata colpa sua"

Dopo l'attacco al tecnico italiano, il tedesco ritratta: "Molti problemi sono stati creati dalla squadra. Ancelotti non deve essere considerato il capro espiatorio".

865 condivisioni 12 commenti 0 stelle

di

Share

Quattro giorni fa, al termine della gara vinta dalla Germania contro l'Azerbaigian, Thomas Muller attaccava così Carlo Ancelotti, colpevole secondo il calciatore del pessimo stato di forma del Bayern Monaco:

Ora torneremo a fare buoni allenamenti. Heynckes può darci nuovi impulsi, specie per quel che riguarda passione e impegno.

Dichiarazioni poco eleganti dietro le quali si nascondeva (ma neanche poi tanto) un clima di infelicità da parte dei giocatori bavaresi, in particolare del gruppo dei cinque "saggi" (Robben, Ribery, Lewandowski, Hummels e Boateng) che avrebbero spinto per l'esonero del tecnico. Ma il numero 25 nelle ultime ore ha ritrattato le sue parole, spostando il mirino verso la squadra:

Molti dei nostri problemi sono nati dalla squadra, che non ha mostrato il livello che le persone si aspettavano. Ancelotti non deve essere considerato il capro espiatorio. La speranza è che il cambio di allenatore ci consenta di ottenere risultati migliori, ma dovremo fare un passo dopo l'altro. Di certo il Bayern Monaco non giocherà all'improvviso un calcio spaziale.

Bayern Monaco: adesso Muller difende Ancelotti

Muller Heynckes SalihamidzicCopyright GettyImages
Thomas Muller assieme al neo tecnico Heynckes e al direttore sportivo Salihamidzic

Parole sincere o pentimento di facciata? Difficile pensar bene dopo lo sfogo di qualche giorno fa, l'impressione è che Muller si sia reso conto di aver esagerato e abbia voluto abbassare i toni, anche per evitare di prolungare le polemiche. Lo spogliatoio del Bayern Monaco è consapevole che dalla prossima gara contro il Friburgo (diretta Fox Sports Plus, canale 205, sabato dalle 15.30) ogni passo falso sarà attribuito agli stessi calciatori e pertanto, a due giorni dal ritorno della Bundesliga dopo la pausa delle nazionali, parlare ancora negativamente di Ancelotti sarebbe stato controproducente. L'alibi non c'è più e il Borussia Dortmund è a +5: come proseguirà la stagione dei campioni di Germania?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.