Venezuela, la denuncia del ct: "Ci hanno mandato escort in albergo"

Dudamel ha svelato che nell'hotel del Venezuela sono state mandate delle escort per ammorbidire i giocatori: "Qualcuno dimentica che questa squadra è fatta di professionisti".

2k condivisioni 248 commenti

Share

Prodezze, papere, gol fantasma, biscotti e... escort. Non è mancato nulla, ma proprio nulla nell'ultima giornata delle qualficazioni sudamericane ai Mondiali di Russia 2018. La copertina se l'è presa ovviamente Lionel Messi, che con una tripletta ha permesso all'Argentina di strappare il pass per la kermesse iridata. Ma c'è tanto altro da raccontare. 

Come la storica qualificazione di Panama, il presunto biscotto tra Perù e Colombia e il tentativo di "ammorbidire" il Venezuela. Proprio così. Nonostante fosse già matematicamente ultima nel girone, la Nazionale del ct Rafael Dudamel ha vinto 1-0 (gol di Herrera all'84') in casa di un Paraguay che poteva ancora sperare nella qualificazione. 

Una vittoria simbolo dell'onestà e della professionalità, qualità che qualcuno era convinto di poter mettere in discussione. 

Ho visto comportamenti molto gravi - ha dichiarato nel post-partita Dudamel - ed espliciti. Sono arrivate molte chiamate e il nostro hotel era pieno di donne avvenenti che hanno cercato di sedurre i giocatori. Simili stratagemmi sono sempre esistiti, ma forse qualcuno non si è reso conto che il calcio è cambiato e che questa squadra è fatta di professionisti seri. 

Champions League 2017/2018: chi va in semifinale?

Vota

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.