Milan, André Silva continua a segnare: merita la maglia da titolare?

L'attaccante rossonero ha fatto centro anche contro la Svizzera, trascinando con i suoi gol il Portogallo ai Mondiali in Russia: adesso la palla passa a Montella.

André Silva con la maglia del Portogallo

1k condivisioni 56 commenti

di

Share

E segna sempre lui. Non è un modo di dire, ma una semplice constatazione. Anche contro la Svizzera c'è il nome di André Silva tra i marcatori. È proprio l'attaccante del Milan a siglare il gol del raddoppio per il Portogallo, garantendo alla formazione campione d'Europa in carica un posto ai prossimi Mondiali. Terzo gol consecutivo per il 21enne che aveva lasciato il segno anche contro l'Ungheria (3 settembre) e Andorra (7 ottobre).

Quello di ieri, infatti, è stato solo l'ultimo di una lunga serie: sono 9 le reti messe a segno dal portoghese nella fase di qualificazione a Russia 2018. Con i lusitani che sono riusciti ad avere la meglio sulla Svizzera proprio nell'ultimo confronto all'Estadio da Luz di Lisbona. Sorpasso proprio ai danni degli elvetici e primo posto nel Gruppo B. Tradotto: biglietto per la fase finale del Mondiale senza passare dai playoff. Meglio di lui solo Lewandowski (16), Ronaldo (15) e Lukaku (11).

Montella per il momento ha dimostrato di preferirgli Kalinic e Cutrone, almeno in campionato. Mentre André Silva ha trovato molto più spazio in Europa League, segnando 6 gol in altrettante partite (calcolando sia preliminari che girone). Un'etichetta, quella di alternativa, che inizia a stargli stretta. Soprattutto in un Milan alla disperata ricerca di un finalizzatore: un uomo d'area che non faccia rimpiangere i nomi altisonanti usciti in estate e rimasti rinchiusi a doppia mandata nel cassetto dei sogni.

André Silva
André Silva ha disputato appena 3 partite in Serie A, totalizzando 208 minuti giocati.

Milan, André Silva merita il posto da titolare?

Gol da centravanti, anche contro la Svizzera. Tutti si aspetterebbero di vedere Cristiano Ronaldo appostato sul secondo palo usufruire al meglio del filtrante di Bernardo Silva. E invece no, c'è la maglia numero 17 di André Silva. Stop e palla alle spalle di Sommer. La freddezza richiesta a un attaccante pagato 38 milioni di euro più bonus. Tanto ha dovuto sborsare il Milan per prelevarlo dal Porto: classe 1995, si deve ancora ambientare alla Serie A, ma con dei numeri così diventa dura lasciarlo in panchina.

Vota anche tu!

André Silva merita una maglia da titolare nel Milan di Montella?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

A Milanello più di qualcuno si starà sfregando le mani. A cominciare da chi ha deciso di investire una somma del genere. Poi c'è Vincenzo Montella, uomo solo al timone del traghetto rossonero, costantemente sotto la lente d'ingrandimento. Le due sconfitte consecutive rimediate dal Milan contro Sampdoria e Roma minano le certezze dell'allenatore, che non può più permettersi passi falsi. Una notizia positiva c'è: da oggi potrà contare su un André Silva in più. E domenica c'è il derby.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.