Muller e il problema della fascia: "Ho le braccia troppo sottili"

Con l'assenza di Neuer, Muller diventa capitano sia al Bayern Monaco che in Nazionale, ma ha un problema logistico con la fascia: non ne vuole sapere di restare su.

Thomas Muller ha delle braccia troppo sottili per fare il capitano

440 condivisioni 2 commenti

di

Share

In Germania o tifi per il Bayern Monaco oppure lo odi. Thomas Muller invece piace davvero a tutti. L’attaccante bavarese riesce a essere bipartisan perché è spiritoso: quando, qualche anno fa, la Bild gli chiese quali fossero i suoi buoni propositi per il 2016 lui rispose:

Vorrei dare poche interviste alla Bild.

Oppure quando, ai tempi di Guardiola, gli venne chiesto perché il Bayern Monaco avesse tanti infortunati, lui precisò di chiamarsi Muller, non Muller-Wohlfahrt, come il medico che in quel momento era a capo dello staff. Sempre in quel periodo si parlava di una talpa all’interno dello spogliatoio, e  lui affrontò l’argomento con la solita ironia

Non so chi sia, ma penso di sapere dove si nasconde. Nel giardino di casa mia ci sono un po’ di buche...

Thomas però è anche molto, molto autoironico. Nel 2014, dopo aver segnato una serie di gol di mancino, disse:

Comincio a pensare che il piede sinistro mi possa servire anche ad altro che per andare a prendere la birra.

Bayern Monaco, Muller autoironico sulla fascia da capitano

Nella partita vinta dalla Germania contro l'Irlanda del Nord, che ha permesso ai tedeschi di staccare il pass per il Mondiale in Russia nel 2018. Muller, vista l'assenza di Neuer (che si è rotto il metatarso), era capitano. Eppure la fascia gli scivolava in continuazione dal braccio. A fine partita, ritornando su questo inconveniente, ha 'ammesso' di non essere l'uomo perfetto per fare il capitano. Almeno non lo è dal punto di vista fisico.

La realtà è che non esiste un modello di fascia adatta al mio braccio. forse devo allenarmi un po'.

Già in passato Muller aveva scherzato sul proprio fisico. Di solito calciatori che, come lui, giocano ogni tre giorni, sono a grande rischio infortuni. A chi gli chiedeva se non avesse bisogno di una pausa rispondeva così:

Non ho paura degli infortuni, bisogna avere i muscoli per farsi male. I miei polpacci sono talmente fini che gli avversari non riescono a colpirmi.

Per questo in Germania funziona così: o tifi per il Bayern Monaco oppure lo odi. Thomas Muller invece piace davvero a tutti. 

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.